rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Economia Palermo

"Mezzi pubblici gratis a chi paga la Tari, così premiamo i cittadini virtuosi"

La proposta della giunta comunale di Palermo per combattere l'evasione e incentivare il trasporto pubblico. Il gettito della tassa sui rifiuti ammonta a 123 milioni di euro, ma il Comune ne incassa meno di due terzi. Il presidente di Amat: "Idea suggestiva e interessante"

"Bus e tram gratis per tutti i residenti a Palermo in regola con la Tari". È la proposta lanciata nei giorni scorsi dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando durante un vertice con i sindacati sulle aziende partecipate al Palazzo delle Aquile. Come spiega PalermoToday, l’obiettivo della giunta è quello di prendere due piccioni con una fava: convincere gli evasori a mettersi in regola con l'odiata tassa sui rifiuti e al tempo stesso incentivare il trasporto pubblico urbano.

Dalla  vendita di biglietti e abbonamenti l'azienda che gestisce il trasporto pubblico a Palermo (l’Amat) incassa infatti solo 8 milioni di euro. "Per nulla una grossa cifra - ha affermato l'assessore al Bilancio, Roberto D'Agostino - se consideriamo che da questo importo vanno detratte tutte le spese: dai controllori che l'Amat manda sui bus alla stampa dei titoli di viaggio, passando per il personale che segue l'iter delle multe".

Palermo, l'idea della giunta: mezzi pubblici gratis a chi paga la Tari

"Oltre all'impatto positivo sulla mobilità – ha detto ancora l'assessore - l'amministrazione darebbe un segnale concreto ai cittadini virtuosi e un premio a chi paga la Tari". Oggi il gettito della tassa sui rifiuti ammonta a 123 milioni di euro. Il Comune però ne incassa meno di due terzi. "Registriamo un tasso di evasione del 35% tanto che le risorse incamerate sono nell'ordine degli 80 milioni, forse qualcosina meno".

Certo le incognite non mancano. Il rischio è che Amat e Comune possano avere eguale difficoltà a recuperare la Tari dagli evasori (malgrado l'incentivo). In tal caso bisognerebbe mettere in conto una perdita per garantire la gratuità del servizio ai cittadini in regola con la tassa. A pagare rimarrebbero solo turisti e morosi (ammesso che quest'ultimi paghino).

A Palermo percentuali record di evasori

Insomma, la fattibilità della proposta è tutta da accertare."Valuteremo i pro e i contro - ha spiegato D'Agostino - poi metteremo tutto sul piatto della bilancia e prenderemo una decisione". Orlando ha già chiesto all'assessorato al Bilancio e all’Amat di fare una simulazione dei conti. Un tentativo potrebbe essere fatto, se pensiamo che a Palermo l’evasione – tassa dei rifiuti su tutte -  registra percentuali record: tra i residenti uno su tre è moroso, dato che arriva alla metà per quanto riguarda gli esercizi commerciali.

Il presidente di Amat: "Idea suggestiva e interessante"

La proposta del sindaco ha incassato già il plauso del presidente dell'Amat Michele Cimino. "L'idea lanciata dal sindaco è suggestiva e molto interessante - ha affermato il numero uno dell’azienda -. E' logico che bisognerà studiare un percorso con l'amministrazione per arrivare a mettere a punto un sistema che potrà portare guadagni per l'Amat. Sarà necessario far bilanciare i conti. E in effetti, verrebbero meno i costi per la realizzazione dei biglietti e del personale impegnato nel settore, ma bisognerà anche recuperare risorse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mezzi pubblici gratis a chi paga la Tari, così premiamo i cittadini virtuosi"

Today è in caricamento