rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
L'intervista

Cercansi camionisti: la patente diventa gratis

Il vice ministro delle Infrastrutture Alessandro Morelli (Lega) a Today: "Ora al lavoro per agevolare l’incontro tra giovani formati e aziende"

Un fondo per erogare dei voucher agli under 35, così da prendere la patente per diventare camionista. La novità arriva dopo un emendamento al Milleproroghe approvato oggi, promosso soprattutto dal vice ministro delle Infrastrutture e mobilità sostenibili Alessandro Morelli (Lega), che parla di una misura innovativa, per la quale verranno stanziati 24 milioni di euro. L’obiettivo? Formare almeno 10mila giovani autisti di mezzi pesanti nei prossimi 5 anni. L’incentivo ammonta all’80% della spesa fino a un massimo di 2.500 euro, valido nel periodo che va dal 2022 al 2026 e potrà essere richiesto una sola volta.  

"Le imprese di trasporto merci e persone lamentano da tempo la mancanza di conducenti - ha spiegato proprio Morelli - dovuta principalmente al costo elevato per ottenere i titoli necessari all’esercizio dell’attività. Ho lavorato con il Ministro Enrico Giovannini affinché il loro appello non cadesse nel vuoto. È la prima volta che l’Italia scommette in modo così consistente sulla forza lavoro che ruota intorno alla logistica, a conferma della strategicità di un settore imprescindibile per la ripartenza del nostro Paese. Dalle parole ai fatti".

Alessandro Morelli viceministro della Lega-2

Lo scorso settembre infatti era esploso il caso degli autotrasportatori in Italia, sempre più in sottorganico, con mille ostacoli per le aziende, già in grande difficoltà nel rispondere alle esigenze del mercato. Uno dei problemi più importati è proprio l’acceso alla professione. Soprattutto per i costi dovuti per conseguire la patente di guida. Per una patente E, si oscilla tra i 6 e i 7.000 euro, con tempi che vanno tra i 10 mesi e un anno. Poi c'è la carta di qualificazione del conducente (Cqc) ormai obbligatoria per quasi tutti gli autisti. La Carta di qualificazione del conducente è un documento abilitativo che si aggiunge alla patente di guida. E' necessaria per tutti i conducenti che effettuano professionalmente l'autotrasporto di persone e di cose, su veicoli per la cui guida è richiesta la patente delle categorie C, CE, D e DE; costa da 1.000 a 4.000 euro. 

Perché mancano migliaia di autotrasportatori in Italia

Se i voucher rispondono ad una esigenza effettiva e neppure di così poco conto, va anche detto che i problemi sono ancora molti. La mancanza di ricambio generazionale (mancano all’appello 17mila conducenti e il 46% di chi ha la patente E ha superato i 50 anni) è dovuta ad una serie di problemi, che oggi hanno cambiato completamente il volto dell’autotrasporto in Italia: l’aumento degli incidenti, la carenza di infrastrutture dedicate al ristoro, i tempi di lavoro più intensi e meno dilatati nel tempo, i rincari del carburante. A fronte di tutto questo, i sindacati hanno sempre chiesto una politica di incentivi a favore delle imprese e soluzioni sistemiche.

Viceministro Morelli a Today: "Voucher non risolve tutto"

"Certo, il meccanismo dei voucher non risolve tutti i problemi del comparto dell’autotrasporto, ma è un importante passo avanti. - risponde il leghista Morelli direttamente a Today -. Dopo l’esternalizzazione delle revisioni dei mezzi pesanti, nodo anche questo che siamo riusciti a sciogliere in tempi recenti, oggi diamo ulteriore prova alle associazioni di categoria che il governo c’è ed è sensibile alle loro istanze. Il prossimo obiettivo sarà facilitare l’incontro tra giovani formati e aziende, magari attraverso misure di incentivo all’assunzione. Si può e si deve fare di più, soprattutto sul fronte del caro carburanti che, assieme al caro bollette e al caro materiali, è una delle principali sfide dei nostri giorni. Sono problemi legati a doppio filo, che si possono risolvere solo mettendo in campo politiche energetiche degne di un Paese del G7. Anche su questo ci stiamo impegnando concretamente, e credo che il provvedimento che a breve verrà licenziato dal Consiglio dei ministri ne sia una dimostrazione tangibile".

Di fronte ad un aiuto alla forza lavoro di un comparto come quello della logistica, esulta anche il Movimento 5 Stelle, che in una nota stampa di deputati e deputate alla Camera, si legge: "Con il via libera nel Milleproroghe all’emendamento per il voucher patenti autotrasporti diamo una risposta concreta ad una carenza cronica di autisti nel settore della logistica. In questo modo si potrà risolvere una annosa carenza di personale nel settore con positive ricadute occupazionali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercansi camionisti: la patente diventa gratis

Today è in caricamento