rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Tagli nel tech

PayPal taglia il 7% della forza lavoro: 2.000 dipendenti a casa

Dopo Meta, Alphabet, Amazon e Twitter è la volta di PayPal: manda a casa 2.000 dipendenti a causa del "difficile contesto macroeconomico"

I giganti tech continuano a licenziare per ridurre i costi in un periodo di crisi: dopo Meta, Alphabet, Amazon e Twitter è la volta di PayPal. Il colosso dei pagamenti online ha annunciato che taglierà circa 2.000 posti di lavoro a causa di “uno scenario macroeconomico difficile”.

Google licenzia 12mila dipendenti: "Arriva l'intelligenza artificiale"

Perché PayPal licenzia 2.000 dipendenti

"Nell'ultimo anno, abbiamo compiuto progressi significativi nel rafforzare e rimodellare la nostra azienda per affrontare il difficile contesto macroeconomico", ha dichiarato il presidente e amministratore delegato di PayPal, Dan Schuman, in un comunicato stampa. Purtroppo tutto il lavoro fatto non servirà ad evitare i licenziamenti. E così alla ormai lunghissima lista di società tech che stanno tagliando il personale si aggiunge anche PayPal. Il colosso dei pagamenti digitali ha annunciato di aver preso una "difficile decisione": taglierà il 7% dell’organico impiegato a livello mondiale, per un totale di 2.000 dipendenti.

Peggio del previsto: Amazon ne licenzia 18mila

PayPal, ai licenziati una “generosa” buonuscita

"Abbiamo ancora molto lavoro da fare", ha ammesso Schuman anche se "abbiamo compiuto progressi sostanziali nel dimensionare correttamente la nostra struttura dei costi e abbiamo concentrato le nostre risorse sulle nostre priorità strategiche fondamentali". Infatti, gli ultimi risultati trimestrali di PayPal sono in crescita, così come le previsioni per il trimestre in corso. Lo stesso vale per il Pil Usa. Nonostante questo PayPal decide di mandare a casa 2.000 dipendenti.

Le persone interessate dai licenziamenti verranno contattate nelle prossime settimane, potranno consolarsi con una "generosa" buonuscita. "Tratteremo i nostri colleghi in partenza con il massimo rispetto ed empatia, forniremo loro pacchetti generosi, ci impegneremo in consultazioni ove richiesto e li sosterremo nelle loro transizioni. Voglio esprimere il mio personale apprezzamento per i significativi contributi che hanno dato a PayPal", ha dichiarato l’Ad.

Facebook in Italia licenzierà 1 dipendente su 6

Chi sarà il prossimo?

Per tutte queste persone sarà molto difficile trovare un nuovo lavoro visto che in questo periodo molti big del settore tech stanno annunciando tagli del personale. Parliamo di colossi del calibro di Meta (gruppo che controlla anche Facebook e Instagram), Alphabet (parent company di Google), Amazon, Twitter, Microsoft e Spotify. Chi sarà il prossimo? A tremare sono i dipendenti della Apple, visto che il 2 febbraio la società annuncerà i risultati finanziari del 1° trimestre 2023, speriamo solo quelli.

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PayPal taglia il 7% della forza lavoro: 2.000 dipendenti a casa

Today è in caricamento