Giovedì, 4 Marzo 2021
2021: ancora un anno di scivoli pensionistici, ma a scadenza e non per tutti

Quota 100 addio: quali scivoli restano ancora attivi quest'anno

La legge di bilancio sancisce la fine definitiva di quota 100 ma non chiude le possibilità di pensione anticipata

Sono molte le novità che derivano dalla nuova legge di bilancio per quanto riguarda la possibilità di ritirarsi in anticipo dal mondo del lavoro, ovviamente mantenendo la pensione.

Ape - anticipo pensionistico sociale 

L’Ape o anticipo pensionistico sociale è l’indennità della durata di un anno (12 mesi, senza tredicesima) corrisposta dall’Inps per coprire il periodo necessario alla maturazione dei requisiti richiesti per

pensione anticipata : 41 anni e 10 mesi per le donne oppure 42 anni e 10 mesi a prescindere dall’età anagrafica

pensione di vecchiaia: 67 anni di età e non meno di 20 anni di contributi versati.

L’anticipo pensionistico sociale è stato prorogato per il 2021 dalla nuova Legge di Bilancio, ma non per tutti. Questo scivolo, infatti, nell'anno in corso resta ancora aperto solo per

  • insegnanti della scuola dell’infanzia.
  • familiari che assistono un disabile grave
  • invalidi e disoccupati 
  • lavoratori che da almeno 6 degli ultimi 7 anni di lavoro, svolgono in maniera continuativa una delle 15 professioni difficoltose e rischiose individuate dalla legge

Per accedere all'Ape

  • insegnanti della scuola d’infanzia: devono avere almeno 63 anni di età, 36 anni di anzianità contributiva, lavorato almeno 7 anni negli ultimi 10 o 6 anni negli ultimi 7.
  • invalidi: aver effettuato almeno 30 anni di contribuzione ed essere in possesso di una percentuale di invalidità non inferiore al 74%;
  • familiari che assistono disabile grave: aver versato non meno di 30 anni di contributi e da almeno 6 mesi assistere in via esclusiva un familiare portatore di handicap grave;
  • disoccupati: aver versato non meno di 30 anni di contributi, essere disoccupato da non più di 36 mesi, aver esaurito l'indennità di disoccupazione.

L’Ape sociale, in base all'ultima legge di Bilancio, potrà essere fruita anche da chi maturerà i requisiti solo quest'anno.

Due le scadenze previste per la presentazione delle domande di accesso all'Ape sociale:

  1. 31 marzo 2021;
  2. 15 luglio 2021.

    OD - opzione donna

    La legge di bilancio ha prorogato di un anno anche la possibilità di accedere alla cosiddetta opzione donna, che resta invariata per requisiti e condizioni.

    Riservata esclusivamente alle donne richiede la maturazione di almeno 35 anni di contributi e 58 anni di età compiuti entro il 31 dicembre 2020.L'opzione implica che l'ammontare della pensione viene calcolata valutando l’anzianità con il sistema contributivo. L'accesso è subordinato alla presentazione di una domanda entro il termine ultimo del 28 febbraio 2021.

    Quota 100

    Chi avrà maturato i requisiti entro il 2021, potrà ancora approfittare dello scivolo pensionistico di quota 100, ormai in fase di chiusura definitiva. E' infatti l’ultimo anno in cui si può accedere al trattamento pensionistico con 38 anni di contributi e 62 anni di età: la legge di bilancio, infatti, non ne ha prevista la proroga.

    Pensione di vecchiaia

    La legge di Bilancio non è intervenuta a modificare i requisiti di accesso a

    • pensione di vecchiaia: 67 anni di età e almeno 20 anni di contributi, per uomini e donne, indifferentemente;
    • pensione di anzianità: 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne, 42 anni e 10 mesi per gli uomini, a prescindere dall’età anagrafica.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quota 100 addio: quali scivoli restano ancora attivi quest'anno

Today è in caricamento