rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Economia Italia

Pensioni per casalinghe e "casalinghi": ecco come godere dell'assegno Inps a 57 anni

Chi ha tra i 16 e i 65 anni può iscriversi ad uno specifico fondo casalinghe istituito presso l'Inps. L'importo dei versamenti è libero e consente di maturare una pensione di vecchiaia o inabilità secondo il sistema di calcolo contributivo

La "pensione" destinata alle casalinghe (e ai casalinghi) è una misura economica riconosciuta a chi è iscritto nel Fondo casalinghe istituito dall'INPS: l'iscrizione a tale fondo è una possibilità offerta a soggetti di entrambi i sessi, di età compresa tra i 16 anni e i 65 anni di età, i quali svolgono lavoro in famiglia non retribuito connesso con responsabilità familiari, senza vincoli di subordinazione.

Anticipo pensionistico, il tempo stringe: ecco come ottenere il sussidio

L'importo della pensione (di vecchiaia o inabilità) sarà determinato secondo il sistema di calcolo contributivo.

Se non ci sono condizioni ostative all'iscrizione al fondo, la domanda viene accolta automaticamente e l'interessato può iniziare i versamenti. Nonostante l'importo dei versamenti sia libero, tuttavia, affinchè venga accreditato un mese di contribuzione sarà necessario versare un importo pari a una determinata soglia, ovverosia almeno 25,82 euro.

Pensioni per casalinghe: quale importo

Se si versano in un anno 110 euro, ad esempio, i mesi accreditati saranno 4, mentre, per vedersi riconosciuto un anno di contributi, saranno necessari circa 310 euro di versamento.

L'INPS accrediterà infatti per ogni anno tanti mesi di contributi quanti ne risultano dividendo l'importo complessivo versato nell'anno per 25,82 euro.

Pensioni per casalinghe: i requisiti

Per l'iscrizione al fondo casalinghe Inps, gli interessati non dovranno essere titolari di pensione diretta né prestare attività lavorativa dipendente o autonoma per la quale sussista l'obbligo di iscrizione ad altro ente o cassa previdenziale.

Chi svolge in via esclusiva e non occasionale, attività in ambito domestico, senza vincolo di subordinazione e a titolo gratuito, per la cura del proprio nucleo familiare dovrà, per ottenere la pensione, obbligatoriamente iscriversi all'INAIL.

Gli interessati in possesso dei summenzionati requisiti potranno vedersi riconosciuta una pensione di inabilità se sono presenti almeno 5 anni di contributi e a condizione che sia intervenuta l'assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Casalinghe in pensione a 57 anni

La pensione di vecchiaia viene riconosciuta agli iscritti al fondo casalinghe Inps a partire dal 57° anno di età, a condizione che siano stati versati almeno 5 anni (60 mesi) di contributi.

La pensione di vecchiaia viene liquidata solo se l'importo maturato risulta almeno pari all'ammontare dell'assegno sociale maggiorato del 20% (1,2 volte l'assegno sociale), mentre si prescinde dall'importo al compimento del 65° anno di età. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni per casalinghe e "casalinghi": ecco come godere dell'assegno Inps a 57 anni

Today è in caricamento