Domenica, 18 Aprile 2021
Frosinone

Proprietario di 7 società, ma prende la pensione di cittadinanza per un anno

Pur essendo proprietario di sette società e amministratore di nove, l'uomo percepiva una pensione integrativa di cittadinanza. E' stato scoperto dalla Guardia di Finanza

Al momento di compilare la domanda per chiedere la pensione di cittadinanza, un 70enne di Anagni, in provincia di Frosinone, aveva "dimenticato" un "piccolo" dettaglio. Omettendo di essere legale rappresentante di nove società e titolare delle quote di maggioranza (per un valore di 90mila euro) di altre sette, tutte a Roma, incassava così la pensione integrativa di cittadinanza del valore di 200 euro al mese senza averne diritto. E, secondo quanto accertato dai finanzieri, la percepiva dal mese di maggio dell'anno scorso.

Prende la pensione di cittadinanza (per un anno) ma è proprietario di 7 società

A smascherare l'uomo sono stati i finanzieri del Comando provinciale di Frosinone che hanno denunciato il 70enne per aver fornito false attestazioni in sede di presentazione dell'istanza, in maniera da aggirare i divieti imposti dalla norma e ottenere il contributo. Dopo aver scoperto la truffa, le Fiamme Gialle hanno già inviato la segnalazione agli uffici Inps per la revoca immediata del sostegno economico e per il recupero delle somme indebitamente percepite dal finto indigente.

Chi ha diritto a reddito e pensione di cittadinanza

La pensione integrativa di cittadinanza rappresenta una forma di sostegno per quanti concretamente hanno bisogno di assistenza, motivo per cui la Guardia di Finanza è impegnata in prima linea a contrastare fenomeni di accesso indebito al beneficio, affinché le risorse economiche pubbliche possano essere spese correttamente ed indirizzate ai cittadini onesti, in questo caso bisognosi di aiuto da parte dello Stato. Il reddito di cittadinanza (RdC), introdotto con decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 come misura di contrasto alla povertà, è un sostegno economico finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Qualora tutti i componenti del nucleo familiare abbiano età pari o superiore a 67 anni, assume la denominazione di pensione di cittadinanza (PdC).

Il sussidio viene erogato attraverso una carta di pagamento elettronica (la Carta reddito di cittadinanza) ai nuclei familiari che, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, risultano in possesso di determinati requisiti economici, di cittadinanza e di residenza. Sul sito dell'Inps tutte le informazioni. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proprietario di 7 società, ma prende la pensione di cittadinanza per un anno

Today è in caricamento