rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Economia Italia

Pensioni, Governo con le spalle al muro: luci e ombre sul sistema "a quote"

Quindi oltre alla tradizionale pensione anticipata Inps e all'anticipo pensionistico, per andare in pensione con la Quota 100 dal prossimo anno i lavoratori dovranno fare di conto

Tra i temi più "caldi" che la maggioranza si troverà ad affrontare alla riapertura del Parlamento c'è la riforma delle pensioni che il Governo Conte intende attuare già a partire dal 2019. Tra quota 100 e quota 41 l’unica certezza è che la modifica dell'età in cui gli italiani potranno andare in pensioni sarà determinata dalle risorse necessarie che verranno stanziate con la Legge di Bilancio 2019.

Per andare in pensione con la Quota 100 dal prossimo anno i lavoratori dovranno fare di conto: la riforma della Legge Fornero infatti - nelle intenzioni del Governo - stabilisce come occorrerà che la somma dell’età anagrafica e degli anni di contributi maturati dia come risultato 100.

A che età si può andare in pensione

Quindi oltre alla tradizionale pensione anticipata Inps e all’anticipo pensionistico dell’Ape Volontario (l’Ape Sociale probabilmente non verrà rinnovato) si potrà fare rivalsa sul nuovo strumento che tuttavia potrebbe portare delle penalizzazioni sull’importo dell’assegno previdenziale.

Ape volontario, un prestito per andare in pensione prima (ma attenzione alle rate)

È bene ricordare che ad oggi per accedere alla pensione di vecchiaia sono necessari 66 anni e 7 mesi di età (e diventaranno 67 dal 2019 in virtù dell'adeguamento alla speranza di vità) più 20 anni di contributi.

Per la pensione anticipata Inps, invece, è richiesto il solo requisito contributivo: 42 anni e 10 mesi per gli uomini (43 e 3 mesi dal 2019) e 41 e 10 mesi per le donne (42 e 3 mesi dal 2019).

Quanti anni di lavoro servono per andare in pensione? Tutte le opzioni

A parte gli slogan l'esecutivo pare aver messo da parte per ora l'uscita dal mondo del lavoro con 41 anni di contributi a prescindere dall'età anagrafica. Una misura promessa soprattutto ai precoci che tuttavia appare troppo costosa da poter essere varata assieme alla quota 100. "Abbiamo tre anni per fare tutto" ha detto Salvini. Finchè la maggioranza non troverà una quadra sulle risorse a disposizione con la prossima legge di bilancio l'entità delle modifiche resterà, quindi, incerto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, Governo con le spalle al muro: luci e ombre sul sistema "a quote"

Today è in caricamento