rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cedolino ricco

Pensioni, un agosto pieno di sorprese: tutti gli aumenti

Molti pensionati riceveranno una pensione più ricca il prossimo mese: i pagamenti partiranno martedì 1° agosto.  Tra rivalutazione, arretrati ed eventuali rimborsi Irpef, ecco cosa cambia

Il mese di agosto 2023 riserva alcune sorprese per i pensionati, che nel prossimo cedolino troveranno alcuni aumenti. Se per alcuni l'assegno di luglio era stato molto ricco per la presenza della quattordicesima, quello in pagamento nei prossimi giorni sarà più sostanzioso per altri motivi, ovviamente per una parte della platea. L'Inps (Istituto nazionale di previdenza sociale) ha completato i calcoli degli arretrati sulle rate rimodulate in base alle novità introdotte dall'ultima legge di Bilancio, motivo per cui, ad agosto scatteranno i conguagli relativi al 730 della dichiarazione dei redditi 2023. Per alcuni pensionati il calcolo degli arretrati è già partito con il cedolino di luglio, ma l'Istituto di Previdenza sociale ha terminato soltanto adesso di completare le operazioni di calcolo e verifica, con il resto dei beneficiari che potrà ricevere l'aumento nell'assegno di agosto 2023. A quanto ammontano gli aumenti? È possibile scoprirlo consultando il cedolino online o attendere la data del pagamento, prevista per martedì 1° agosto, sia per i clienti Poste che per chi riceve l'accredito su conto bancario.

Pensioni, spunta Quota 96: di cosa si tratta 

Pensioni, gli aumenti di agosto 2023

Di che aumenti si tratta? Gli incrementi calcolati sulle nuove tabelle dell'Inps prevedono una rivalutazione basata sull'inflazione dello scorso anno. Gli aumenti per i pensionati che percepiscono una pensione inferiore al trattamento minimo (572,74 euro al mese) saranno pari all'1,5%, per l'intero 2023, da gennaio a dicembre, tredicesima compresa. Inoltre, i pensionati con più di 75 anni che percepiscono una pensione minima vedranno un aumento del 6,4%, portando l’importo a 600 euro al mese. I pensionati coinvolti riceveranno anche gli arretrati, che saranno calcolati con una maggiorazione del 7% per ogni mese di pensione spettante. E non finisce qui. Nel mese di agosto molti pensionati potrebbero beneficiare anche del rimborso Irpef, che ha un funzionamento simile a quello per i redditi da lavoro dipendente o autonomo: se l'Irpef trattenuto è superiore alla somma dovuta, il pensionato riceverà un rimborso, erogato direttamente dall'Inps.

Il calendario dei pagamenti

Ma quando verranno pagate le pensioni di agosto? Come da norma, i pagamenti partono il primo giorno bancabile del mese, esclusi festivi e fine settimana, con la data che spesso differisce tra chi riceve la pensione sul conto bancario e chi invece ne ha uno postale. Non sarà il caso del prossimo mese, visto che il pagamento avverrà per tutti martedì 1° agosto. Inoltre, per chi preferisce ritirare l'assegno direttamente presso gli uffici postali, è stato predisposto l'ormai consueto calendario in ordine alfabetico:

  • martedì 1° agosto 2023: cognomi dalla A alla C;
  • mercoledì 2 agosto 2023: cognomi dalla D alla K;
  • giovedì 3 agosto 2023: cognomi dalla L alla P;
  • venerdì 4 agosto 2023: cognomi dalla Q alla Z.

Ricordiamo infine che i pensionati possono consultare il cedolino del mese di agosto, già pubblicato sul sito dell'Inps. Per visionare questo cedolino e quelli dei mesi precedenti basta accedere all'area riservata con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS. Dopo aver effettuato l'accesso sarà possibile verificare l'importo del cedolino di agosto e le altre informazioni relative alla situazione previdenziale.

Continua a leggere su Today.it...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, un agosto pieno di sorprese: tutti gli aumenti

Today è in caricamento