Mercoledì, 14 Aprile 2021

Pensioni, cosa sappiamo finora su Quota 100

Dopo l'apertura del governo ad un abbassamento del deficit la riforma potrebbe subire modifiche? Difficile dirlo, ma è evidente che già così quota 100 ha molti paletti

Foto d'archivio

Sulla riforma delle pensioni il governo tira dritto, almeno a parole. Come in molti sapranno, l’esecutivo sta cercando una soluzione per abbassare (anche se di poco) il deficit evitando così una procedura di infrazione dell’Ue. Ma al di là della Commissione europea – e delle dichiarazioni di facciata di Salvini e Di Maio -, ciò che preoccupa di più il governo gialloverde è il livello troppo alto dello spread che rischia di avere effetti recessivi sull’economia.

Che fare dunque? Per ora si cerca di lavorare di lima. Ogni decimale in meno nel rapporto deficit Pil vale circa 1,7 miliardi. Ciò significa che se il governo volesse spostare l'asticella del rapporto  deficit/Pil dall'ormai noto 2,4% al 2,2 dovrebbe trovare 3,4 miliardi. Oppure rinunciare a qualcuna delle misure annunciate. Ma oggi la Commissione Ue ha fatto capire che non si accontenterà di una limatura, vuole una correzione vera e propria. Salvini dal canto suo fa spallucce e assicura che nella manovra ci sarà tutto quello che c’era prima, a cominciare dalla riforma delle pensioni. "Non fatemi parlare di numeri – ha detto oggi il vicepremier -, parliamo di sostanza, i numeri arrivano alla fine. Gli italiani non mi chiedono i numeri, ma chiedono lavoro, pensioni, meno tasse, reddito, quindi una volta che gli esperti ci avranno fatto il totale dei numeri avremo un numero, però noi partiamo dai fatti e poi arriviamo ai decimali".

Pensioni, il governo tira dritto

Nonostante le rassicurazioni del governo in tanti però temono che la riforma delle pensioni venga ulteriormente ridimensionata.  Si vocifera ad esempio di una partenza ritardata di quota 100 e reddito, a primavera inoltrata: in questo modo lo Stato potrebbe risparmiare una parte consistente del denaro necessario a far funzionare la riforma a regime. Ma si tratterebbe di un escamotage poco lungimirante. Anche perché, la prima finestra di uscita per quota 100 era già prevista ad aprile per coloro che maturano i requisiti da gennaio 2019 e diventerebbe difficile farla slittare ancora.

I paletti di quota 100

Per ora dunque non è ancora chiaro se e come la riforma potrebbe cambiare senza che gli effetti siano troppo pesanti. È infatti evidente che la quota 100 (che ricordiamo è una riforma che al momento non esiste, non è mai stata scritta) per com’è stata immaginata è molto meno conveniente per i pensionati di quella annunciata in campagna elettorale sia da Lega che da 5 Stelle. I paletti sono ormai svariati. Uno di questi riguarda il divieto di cumulo reddito-pensioni: sembra infatti che una volta andati in pensione con Quota 100 non si potrà riprendere a lavorare almeno fino ai 67 anni, dunque per 5 anni.

Alcuni limiti riguarderanno anche la contribuzione. Difficilmente si terrà conto dei contributi figurativi, versati dall'Inps, senza oneri per il lavoratore, nei periodi in cui si è verificata un'interruzione (o una riduzione) dell'attività e di conseguenza.

Inoltre, il pensionato che sceglierà di andare in pensione con quota 100 prenderà un assegno più basso di quello che avrebbe percepito con la vecchia riforma. Ma non ci sarà nessuna penalizzazione: l’assegno corrisponderà a quello che è stato versato.

Il meccanismo delle finestre

Infine il meccanismo delle finestre, che dovrebbe funzionare così:

  • Per i lavoratori del settore privato ci sarà una finestra ogni tre mesi.
  • Per i dipendenti pubblici ci sarà una finestra ogni sei mesi.
  • Per il personale della scuola ci sarà solo una finestra all’anno.

Per quanto riguarda i lavoratori del settore privato, la prima finestra dovrebbe essere ad aprile 2019, la seconda a luglio, la terza ad ottobre e la quarta a gennaio 2020.

Pensioni, nel 2019 cambiano gli importi degli assegni

pensioni eta pensionabile infografica2-3

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, cosa sappiamo finora su Quota 100

Today è in caricamento