Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Pensioni, guai a toccare la legge Fornero: l'Ue avverte Salvini

Secondo la Commissione europea Renzi e Gentiloni hanno già aumentato la spesa per le pensioni, la seconda più alta in Europa dopo la Grecia. La sostenibilità di lungo termine - scrive Bruxelles - è a rischio

"Mi interessa trovare una maggioranza di governo che mi aiuti a cancellare la legge Fornero, a diminuire le tasse e ad arginare un'immigrazione senza controllo. Stiamo approntando un programma da offrire a tutti i parlamentari su questi punti". Parole di Matteo Salvini, a margine dell'ultima giornata della scuola politica della Lega. Sul capitolo pensioni, abolire la legge Fornero è un imperativo categorico per il numero uno del Carroccio. E questo non è un segreto.

La notizia, oltre al fatto che la legge Fornero rappresenta una questione centrale nel dibattito sulla formazione del nuovo governo, è che la Commissione europea mette un freno, ricordando di fare attenzione alla sostenibilità dei conti. "La sostenibilità di lungo termine" del debito pubblico italiano, "assicurata dalle riforme delle pensioni fatte in passato, si sta lentamente deteriorando", tanto che l'indicatore del rischio della Commissione europea è passato da "basso" a "medio". Lo afferma l'Esecutivo comunitario nel suo rapporto specifico per l'Italia del "pacchetto d'inverno" per il semestre europeo del 2018.

Tutta la verità sulle pensioni, cosa accadrà davvero nei prossimi anni

Tradotto per la politica italiana (o meglio, per le promesse fatte in campagna elettorale dalla Lega e ribadite in queste ore da Matteo Salvini), la legge Fornero non va toccata. A meno di non voler peggiorare il quadro (e soprattutto il giudizio dei mercati), scrive EuropaToday.

Pensioni, quanto spendiamo in Italia?

Secondo Bruxelles, nel 2017 "la spesa per le pensioni in rapporto al Pil è aumentata di circa due punti percentuali, come risultato della crisi e della caduta conseguente del Pil nominale". La spesa pensionistica italiana è oggi "la seconda più elevata dell'Ue e dell'Ocse, dopo quella greca" (qui il report sull'Italia in PDF).

In pensione con 41 anni di contributi, pubblicato il decreto: chi ne ha diritto 

La Commissione bacchetta i governi Renzi e Gentiloni. "L'aumento delle passività implicite derivante dell'invecchiamento della popolazione era stato limitato dalle passate riforme del sistema pensionistico e sanitario, che avevano migliorato la sostenibilità di lungo termine dell'Italia. Tuttavia - continua il rapporto - le leggi di bilancio del 2017 e del 2018 contenevano misure che hanno parzialmente revocato le riforme pensionistiche del passato e lievemente aumentato la spesa per le pensioni nel medio termine". Il riferimento è alle misure che hanno anticipato l'età pensionabile a favore di alcune categorie di lavoratori.

L'avvertimento di Tajani: continua a leggere su EuropaToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, guai a toccare la legge Fornero: l'Ue avverte Salvini

Today è in caricamento