Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Dalle pensioni alla lotteria degli scontrini: tutte le novità del decreto crescita

In pensione con 5 anni di scivolo, ma solo per alcuni. E poi le nuove norme sugli scontrini, una stretta sugli affitti abusivi delle case vacanza e le misure salva Roma: facciamo il punto

Scivolo di 5 anni per gli aspiranti pensionati; salvataggio di Roma, grazie ad un intervento dello Stato per 1,4 miliardi di euro; riapertura dei termini per aderire alla rottamazione delle cartelle inviate dal fisco e del saldo e stralcio, con nuova scadenza fissata al 31 luglio 2019; estensione dell'accesso al fondo per il credito anche alle imprese in concordato preventivo, come Mercatone uno.

Il decreto legge crescita, con le modifiche inserite nel passaggio alla Camera, ottiene la fiducia e, dopo il via libera al provvedimento, passerà al Senato per la seconda lettura. Il provvedimento dovrà essere approvato definitivamente dal Parlamento entro il 29 giugno. Nel corso dell'esame a Montecitorio ci sono stati momenti di tensione all'interno della maggioranza, come quando la Lega ha votato con l'opposizione stanziando 3 milioni per radio Radicale. Poi è scoppiato il 'caso' fondi Ue, con il voto della maggioranza che ha spostato le risorse per il Mezzogiorno dal ministero per il Sud alle regioni. La norma, dopo un tira e molla tra Carroccio e M5s, è stata cancellata in extremis. Infine, per il momento, c'è lo scontro sulle norme che riguardano l'ex Ilva, con le dichiarazioni del leader della Lega, Matteo Salvini, in difesa di Arcelor Mittal.

Pensioni, bonus e scontrini: cosa c'è nel dl crescita

Tra le novità approvate dalle commissioni si segnalano: proroga di sei mesi della garanzia dello Stato sulle passività di Banca Carige; estensione del bonus per l'acquisto di veicoli elettrici, includendo anche le minicar; stretta sugli affitti abusivi delle case vacanza, passando anche per i siti come Airbnb; taglio strutturale dei contributi Inail, ma a partire dal 2023. Vediamo nel dettaglio tutte le novità.

Scivolo pensioni e regime agevolato per alcuni pensionati - In pensione con 5 anni di scivolo, ma solo per chi ha maturato il diritto alla pensione di vecchiaia e il requisito minimo contributivo. La possibilità di lasciare il lavoro per chi si trovi a ''non più di 60 mesi dal conseguimento del diritto'' della pensione rientra nel 'contratto di espansione' e interessa le imprese con un organico superiore a 1.000 unità, che intendono avviare processi di reindustrializzazione e riorganizzazione. Sono previste misure per semplificare l'accesso e per il mantenimento del regime fiscale agevolato, con aliquota al 7%, per i titolari di pensione da fonte estera che si trasferiscono nei piccoli comuni del Mezzogiorno.

Lotteria degli scontrini e nuove norme - Aumentano le possibilità di vincita per chi partecipa alla lotteria degli scontrini, avendo pagato con bancomat o altri strumenti digitali. Le probabilità passano dall'attuale 20% al 100%. Tutti gli esercizi saranno obbligati a trasmettere i dati sugli scontrini in via telematica, anche quelli di piccole dimensioni che oggi beneficiano di una deroga che consente loro di inviare ancora gli scontrini cartacei. L'obbligo di utilizzare gli strumenti telematici viene così esteso anche agli esercizi che potrebbero essere situati in zone dove non c'è copertura, concedendo però 12 giorni di tempo per trasmettere i dati dei corrispettivi giornalieri all'Agenzia delle entrate. Viene inoltre inserita una sospensione per sei mesi, delle sanzioni relative alla trasmissione degli scontrini e delle ricevuto on line. La misura riguarda i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro, che dal prossimo primo luglio sono obbligati all'invio telematico dei dati. La moratoria è prevista fino al 31 dicembre 2019.

Bonus veicoli elettrici - Via libera all'incentivo per l'acquisto di tutti i veicoli elettrici, comprese le microcar, in cambio della rottamazione di vecchi mezzi di trasporto. Il bonus viene esteso a tutte le tipologie di ciclomotori e motocicli. L'agevolazione prevede uno sconto del 30% rispetto al prezzo di vendita, fino a un massimo di 3.000 euro, per ''coloro che nell'anno 2019 acquistano, anche in locazione finanziaria e immatricolano in Italia, un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica'' appartenente a tutte le categorie 'ciclomotori e motocicli' (da L1e a L7e).

Salva Roma e salva Comuni - Via libera alle misure salva Roma e salva comuni. Lo Stato potrà acquistare un pacchetto obbligazionario emesso dalla capitale per un valore complessivo di 1,4 miliardi di euro. E' inoltre prevista l'istituzione di un fondo per il pagamento dei comuni in difficoltà, che sarà alimentato dai risparmi ottenuti grazie alla rinegoziazione dei mutui concessi a Roma.

Clicca su continua per leggere tutti le altre novità introdotte dal dl crescita

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle pensioni alla lotteria degli scontrini: tutte le novità del decreto crescita

Today è in caricamento