Mercoledì, 14 Aprile 2021

Pensioni, quota 100 ha la data di scadenza?

Sui tempi della pensione con quota 100, a oggi, nero su bianco non c'è nulla. Il meccanismo verso il quale il governo punterebbe è quota 100 in versione ponte per i prossimi tre anni in vista dell'introduzione, dal 2022-23, di quota 41 per tutti. Ma sono solo ipotesi

Foto: Ansa

Il governo è davvero intenzionato a modificare sostanzialmente la manovra? A tarda sera, venerdì, fonti della presidenza del Consiglio smentiscono alcune indiscrezioni di stampa che ipotizzano una rimodulazione della manovra di 4.5-5 miliardi di euro con l'obiettivo di abbassare il rapporto deficit-Pil al 2,1%. Ancora, le stesse fonti smentiscono la possibilità di un rinvio a giugno dell'avvio del reddito di cittadinanza e della cosiddetta "quota 100" sulle pensioni.

"Il reddito di cittadinanza arriva in primavera", mentre per quota 100 "ho chiesto le prime uscite entro febbraio" e "spero si stia a pieno regime anche prima di aprile" aveva detto poche ore prima il ministro dell'Interno Matteo Salvini su Sky Tg24.

Quota 100, ultime notizie

Quota 100 resta un tema caldissimo e Salvini ha chiarito che "parte da febbraio. Abbiamo messo un pacchetto da circa 6,5 miliardi di euro per iniziare a smontare la Fornero, anche se il mio obiettivo finale è arrivare quota 41. Su quota 100 l'Europa dice che è un disastro, ma io vado avanti". In realtà quello di Salvini al massimo è un auspicio, perché sui tempi della pensione con quota 100, a oggi, nero su bianco non c'è nulla.

Sui tempi di partenza, ha spiegato il vicepremier, "i tecnici poi vedranno, io ho chiesto che entro febbraio ci possano essere le prime uscite: è una possibilità per circa 600.000 italiani di andare in pensione prima di quello che la Fornero sbagliando aveva previsto. Ma è una possibilità, può essere che gli italiani dicano 'no, sto bene'. Spero che si stia a pieno regime anche prima di aprile. La manovra è triennale: la stessa possibilità c'è per il 2020 e il 2021. Inoltre così liberiamo centinaia di migliaia di posti di lavoro per i giovani".  Il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, parla di "aprile" come possibile data per il via di quota 100. 

Pensioni, assegno prosciugato per chi sceglie la quota 100

Pacchetto Pensioni, possibile un emendamento

Secondo il Sole 24 Ore, quello che è stato definito il "pacchetto pensioni" da tradurre in un emendamento alla manovra è pronto. Il governo avrebbe deciso di procedere in questo modo (mancano conferme ufficiali) . Il meccanismo verso il quale si è deciso di andare è “Quota 100” in versione ponte per i prossimi tre anni in vista dell’introduzione, dal 2022-23, di Quota 41 per tutti. Le misure definitive prevedono anche una proroga di “opzione donna” per un anno (e non più tre), così come per l’Ape sociale, con l’impegno di un eventuale rinnovo con la prossima legge di Bilancio.

Per applicare quota 100 come abbiamo più volte spiegato viene ipotizzato un meccanismo di finestra mobile di 3 mesi che fa in modo che dalla maturazione del requisito non si superano mai i tre mesi per andare in pensione. Per i dipendenti pubblici, oltre al meccanismo delle finestre viene introdotto anche un preavviso di 6 mesi che servirà agli uffici per gestire eventuali richieste massicce che potrebbero mettere in difficoltà il funzionamento stesso della macchina amministrativa.

Sarebbe invece confermato il non adeguamento alla speranza di vita dei requisiti per l’uscita anticipata con 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini. Dall’anno prossimo scattano solo i 67 anni per la vecchiaia. Resta al momento anche in ballo l'opzione di un decreto legge post-manovra per regolare le uscite con Quota 100. Ipotesi, solo ipotesi.

Divieto di cumulo, addio Ape social e finestre per le pensioni: tutti contro la quota 100

Manovra in aula da metà settimana

Una eventuale procedura di infrazione ai danni dell'Italia complicherebbe qualsiasi discorso, ovviamente, perché ci sarebbero potenziali conseguenze per i conti pubblici. "Lavoriamo per evitare la procedura di infrazione". Al G20 il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ribadisce l'impegno del governo sulla manovra per scongiurare il 'cartellino rosso' da parte dell'Europa e ribatte anche a Pierre Moscovici sulla necessità di una riduzione del deficit concepita in modo credibile da parte dell'Italia. "Le nostre azioni sono credibili - replica il premier - Stiamo lavorando in queste ore per trovare un compromesso".

L'aria di disgelo tra l'Europa e l'Italia viene confermata dalle parole del presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, che, a una domanda sul dialogo con il governo italiano riguardo alla manovra e sul possibile avvio di una procedura, risponde: "Questa questione non va drammatizzata: noi siamo con l'Italia, se l'Italia è con noi". "L'atmosfera è buona, stiamo facendo progressi", dice il presidente della Commissione Europea, che sottolinea: "Non siamo in guerra con l'Italia: voglio che l'Italia sia l'Italia che è sempre stata, un'Italia che ispira l'Europa, non che le volta le spalle".

Insomma sul tavolo c'è "una trattativa serrata con l'Ue" come spiega il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, "una discussione nell’ambito della quale si cerca una soluzione che può comportare dei cambiamenti nei numeri anche se non si deve fare unicamente riferimento ai numeri perché si rischia di perdere di vista quello che è l’elemento centrale che sono le misure concrete". La prossima settimana sarà quella decisiva. L’approdo della manovra in Aula alla Camera è slittato a mercoledì. "E' probabile che si metta la fiducia" ha confermato ieri all'Adnkronos il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega per i Rapporti con il Parlamento, Guido Guidesi.

Perché per reddito di cittadinanza e quota 100 l'ipotesi ora è una "versione light" 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, quota 100 ha la data di scadenza?

Today è in caricamento