Sabato, 27 Febbraio 2021
Pensioni

Pensioni, quota 100 solo per il 2019?

Una riforma a tempo? Il governo smentisce, ma secondo l’agenzia di rating Moody’s qualche dubbio resta

Foto d'archivio

La riforma delle pensioni sarà "a tempo"? Nel documento con cui ha annunciato il taglio del rating nei confronti dell’Italia, l'agenzia di rating Moody’s ha scritto che "l'opzione di pensionamento anticipato è apparentemente intesa come misura una tantum, disponibile solo per il prossimo anno, e questa avrebbe dunque una portata più limitata di quanto Moody's aveva inizialmente inteso".

Ne è nato un piccolo giallo: stando a quanto scrive Moody's la Quota 100 potrebbe essere valida solo per il 2019. Come stanno le cose? 

In realtà, nel documento programmatico di bilancio inviato da Tria a Bruxelles, i fondi risultano stanziati anche per gli anni a venire. Alla voce "pensionamenti anticipati (cd. 'Quota 100')", si scopre infatti che la riforma delle pensioni costerà lo 0,37% del Pil nel 2019 e nel 2020 e lo 0,36% nel 2021.

pensione quota 100-2

Ad un primo sguardo la misura sembra valida anche per gli anni a venire. Il Sole 24 Ore ha fatto però notare che è quantomeno strano che nel 2020 i costi saranno gli stessi del 2019, dal momento che le "nuove uscite si sommerebbero a quelle del 2019, aumentando la spesa".

L’agenzia Reuters, in un articolo firmato da Giulio Piovaccari e Giuseppe Fonte, oggi sostiene di aver ricevuto un’email da Moody’s nella quale l’agenzia di rating "ribadisce che 'quota 100' per l’accesso anticipato alla pensione sembra essere valida solo nel 2019".

"In una mail a Reuters, gli analisti dell’agenzia precisano che l’impatto della misura sarà comunque strutturale, nel senso che ‘non si riassorbirà naturalmente’, mentre la dimensione dell’onere dipende dal carattere permanente o meno della misura".

Quota 100 a tempo, la smentita del governo

Reuters scrive che fonti del ministero dell’Economia hanno però già smentito l’interpretazione di Moody’s, anche se l’esecutivo si riserva di fare una verifica dopo il prossimo anno per verificare se la riforma delle pensioni avrà o meno bisogno di aggiustamenti. Secondo il governo insomma è assolutamente falso che la quota 100 sarà a tempo. Ma per Mood'ys qualche dubbio resta.

Del resto solo 20 giorni fa era stato lo stesso ministro Tria ad affermare, in audizione sulla Nota di aggiornamento al documento di economia e finanza, che la riforma delle pensioni che il governo intende attuare con la prossima manovra potrebbe non diventare strutturale. Secondo Tria, infatti:

"un governo consapevole quando introduce nuove misure, che sono in parte sperimentali, vedrà l'effetto e vedrà come devono continuare, in quale forma e in quale misura".

Ad ogni modo finché la contro-riforma delle pensioni non sarà approvata e il testo della legge di bilancio pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è meglio non dare nulla per scontato. 

Tutte le opzioni per chi non ha diritto alla quota 100

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, quota 100 solo per il 2019?

Today è in caricamento