Venerdì, 7 Maggio 2021
Italia

Pensioni, c'è un tesoretto per una riforma

Il sindacato Uil segnala come ci siano oltre 6 mila milioni di euro da utilizzare per la prossima legge di bilancio. "I fondi ci sono, erano solo impiegati altrove"

Le pensioni non sono a rischio, anzi: il sistema pensionistico italiano è ultra-sostenibile nel breve, nel medio e nel lungo termine. La spesa per pensioni in Italia, infatti, è dell'11% rispetto al Pil perfettamente in media con quella degli altri paesi della Ue, anzi un punto meno della Francia e mezzo punto meno della Germania. Lo denuncia in una nota stampa il segretario della Uil Domenico Proietti circa la possibilità di una correzione dei conti pubblici chiesta all'Italia dalla Commissione Europea dopo l'insediamento del nuovo Governo, in primavera. 

Pensioni, ultime notizie tra Fornero e bilancio

Per la Uil bisogna di reintrodurre elementi di equità e di giustizia nel sistema pensionistico continuando a cambiare la legge Fornero come avviato con le ultime due leggi di bilancio. "Occorre inaugurare una fase 3 che preveda una flessibilità di accesso della pensione intorno a 63 anni e che affronti i temi della sostenibilità per le future pensioni dei giovani e delle lavoratrici. Le risorse per finanziarie gli interventi previsti del verbale di sintesi nel settembre 2016, al fine di continuare a reintrodurre elementi di equità e giustizia nel sistema previdenziale, ci sono". 

Tutta la verità sulle pensioni, cosa accadrà davvero nei prossimi anni

"Non ci sono alibi. In questi anni, infatti, oltre alla gigantesca operazione di cassa fatta con la legge Monti-Fornero, si è continuato a prelevare da alcuni fondi aventi fini previdenziali. Dal 2009 ad oggi le risorse stanziate per interventi previdenziali sono state destinate ad altre poste di bilancio. Sono andati in economia oltre 6 miliardi prelevati dal: fondo lavori usuranti; fondo lavoro di cura; fondo per le salvaguardie degli esodati; fondo per il finanziamento di opzione donna".

La UIL chiede di recuperare queste risorse per attuare le richieste avanzate al tavolo di confronto con il Governo e per migliorare il sistema previdenziale. 

Uil: "Ci sono le risorse per cambiare sistema pensionistico"

Nel 2009 è stato istituito un fondo con la finalità di finanziare l’accesso alla pensione per i lavoratori che svolgono attività usuranti. Ad oggi sono 1.997 i milioni di euro non utilizzati. Ciò si è verificato poiché il fondo è rimasto inattivo fino al 2010. Dal 2011 al 2014 è stato parzialmente utilizzato, mentre nel 2015 e nel 2016 una parte rilevante delle risorse sono state riallocate e destinate alla copertura di altre poste di bilancio.

La Uil segnala che sommando i 1.997,6 milioni di euro relativi al fondo lavori usuranti non utilizzati, ai 3 .074 milioni di euro relativi al fondo per il sostegno delle politiche sociali, ai 645 milioni di euro relativi alle sette salvaguardie e ai possibili 394 milioni di euro relativi all’ottava salvaguardia, si ottengono 6.110,6 milioni di euro di risorse preventivamente destinati a fondi connessi a fini previdenziali e non utilizzati a tal proposito. Insomma un tesoretto da utilizzare per la prossima legge di bilancio.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, c'è un tesoretto per una riforma

Today è in caricamento