Piaggio, 30 precarie “storiche” licenziate dopo 15 anni: la protesta sul tetto

Una delegazione delle lavoratrici e dei lavoratori, che da 13 giorni hanno occupato il tetto del Palazzo Blu di Pontedera, è stata ricevuta insieme ai sindacati al Ministero del Lavoro

La protesta delle operaie Piaggio

Da circa 13 giorni ci sono 30 operaie storiche della Piaggio che hanno occupato il tetto del Palazzo Blu di Pontedera, in provincia di Pisa, per protestare contro le decisione dell'azienda che le ha licenziate dopo ben 15 anni di precariato. Per questo una delegazione delle lavoratrici, precarie licenziate dalla Piaggio, accompagnante dall'Unione Sindacale di Base e dalla consigliera regionale Irene Galletti, ha incontrato a Roma presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali la vicecapo di Gabinetto Fabia d'Andrea.

La delegazione ha spiegato nel dettaglio le ragioni della protesta alla rappresentante del ministro, che si è impegnata a prendere contatti con tutti i soggetti coinvolti, Piaggio compresa, e a convocare un tavolo in sede ministeriale per affrontare e risolvere quanto prima la vertenza in corso. 

Piaggio, la Regione Toscana: ''Soluzione per le lavoratrici''

Nei giorni scorsi si era anche tenuto un incontro nella sede della presidenza della Regione Toscana, alla quale hanno partecipato il consigliere del presidente Rossi per le questioni del lavoro, Gianfranco Simoncini, l'assessore di Pontedera Carla Cocilova e l'Usb che ha accompagnato alcune delle lavoratrici in protesta: ''La Regione auspica che si possa trovare una risposta positiva e in tempi brevi al problema delle lavoratrici che da giorni stazionano sul tetto del Palazzo Blu di Pontedera a causa del mancato rinnovo dei loro contratti''.

Dopo il mancato rinnovo del proprio incarico, dovuto secondo l'azienda, a causa delle norme contenute nel decreto dignità, le lavoratrici rivendicano il loro diritto ad essere assunte, dato che molte di loro in varie forme hanno lavorato in Piaggio per molti anni e sottolineando che l'azienda sta progressivamente procedendo alla stabilizzazione di molti precari lavoratori ed ha bisogno di personale qualificato. Hanno confermato la loro volontà di restare sul tetto del Palazzo Blu finché non sarà trovata una soluzione e l'azienda non sarà disposta a procedere con assunzioni a tempo indeterminato.

Il consigliere Simoncini ha ricordato i molti interventi di mediazione svolti dalla Regione e la richiesta fatta pochi giorni fa dal presidente Rossi a Piaggio di trovare una soluzione equa. Simoncini ha inoltre sottolineato che circa un anno fa tutti i sindacati, in maniera congiunta, avevano avanzato una proposta che prevedeva un percorso di progressivo inserimento in organico di queste lavoratrici a partire dalla formula del part time verticale. Questa proposta, accettata da tutte le sigle sindacali, potrebbe rappresentare una base di partenza per risolvere il problema.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ovviamente - ha precisato Simoncini - non sta alla Regione indicare la modalità per trovare la soluzione per questi 30 tra lavoratrici e lavoratori, ma anche alla luce delle dichiarazioni aziendali sull'attività che starebbe mettendo in atto di attenzione ai precari, una soluzione può e deve essere trovata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento