Venerdì, 5 Marzo 2021
L'intesa

Poste Italiane punta sui servizi finanziari: acquisito il 40% di BNL Finance

L'accordo prevede l’acquisizione di una partecipazione azionaria della società di BNL Gruppo BNP Paribas, leader nella cessione del quinto e delegazione di pagamento

Foto di repertorio Ansa

Poste Italiane ha siglato un accordo con BNL Gruppo BNP Paribas per il rafforzamento della partnership nella cessione del quinto dello stipendio o della pensione (c.d. “Crediti CQ”). L’accordo quadro prevede l’acquisizione da parte di Poste Italiane di una partecipazione azionaria pari al 40% in BNL Finance, società di BNL Gruppo BNP Paribas, leader nella cessione del quinto e delegazione di pagamento, con oltre 230.000 clienti e un portafoglio crediti pari a oltre €2,8 miliardi a fine 2020.

L'accordo tra Poste Italiane e Bnl

Lo schema dell’operazione prevede che l’ingresso di Poste Italiane nel capitale di BNL Finance avvenga successivamente alla scissione, da parte della stessa in favore della controllante BNL, delle attività fuori perimetro, costituite principalmente da circa €2 miliardi di crediti.

BNL Finance, in qualità di fabbrica di prodotto, distribuirà i propri Crediti CQ attraverso la rete degli Uffici Postali, sulla base di un accordo commerciale di durata decennale con Poste Italiane S.p.A. - Patrimonio BancoPosta, in continuità con l’accordo commerciale esistente. L’operazione è soggetta all’autorizzazione da parte delle autorità di vigilanza e il closing è previsto entro la fine del primo semestre del 2021.

Guido Maria Nola, Responsabile BancoPosta, ha così commentato: ''La partnership con BNL Finance, che ha portato Poste Italiane - insieme a uno dei principali gruppi bancari italiani come BNL - ad essere il primo player sul mercato della cessione del quinto e delegazione di pagamento, viene rafforzata con questa operazione, conferendo una maggiore capacità di definire il prodotto in base alle esigenze dei clienti di Poste Italiane, valorizzando così le sinergie tra la fabbrica prodotto e la rete distributiva di Poste Italiane''.

L'accordo è stato ben accolto anche da Marco Tarantola, Vice Direttore Generale BNL e Responsabile Divisione Commercial Banking: ''L’evoluzione di questa partnership con Poste Italiane, con cui vantiamo da anni un’importante collaborazione, dà nuova spinta alla comune attività sul fronte della cessione del quinto e delegazione di pagamento, che i clienti già apprezzano e da cui potranno trarre ulteriore beneficio grazie ad una maggiore specializzazione dell’offerta ed un servizio ancor più dedicato''.

Marco Tarantola, Vice Direttore Generale BNL e Responsabile Divisione Commercial Banking ha così commentato: "L’evoluzione di questa partnership con Poste Italiane, con cui vantiamo da anni un’importante collaborazione, dà nuova spinta alla comune attività sul fronte della cessione del quinto e delegazione di pagamento, che i clienti già apprezzano e da cui potranno trarre ulteriore beneficio grazie ad una maggiore specializzazione dell’offerta ed un servizio ancor più dedicato. Tale operazione rappresenta, inoltre, un nuovo sviluppo della nostra strategia di alleanze sia con primari operatori finanziari, come Poste, sia di altre industry, per intercettare il più ampio range di bisogni quotidiani e progettualità dei clienti, cui rispondere in modo efficace, utile ed innovativo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane punta sui servizi finanziari: acquisito il 40% di BNL Finance

Today è in caricamento