Venerdì, 25 Giugno 2021
Economia

Il (mezzo) bluff della nuova ferrovia Roma-Pescara

Dai 7 ai 12 anni di lavori e 6,5 miliardi di stanziamento per coprire 207 km in due ore: un normale bus di linea impiega appena 15 minuti in più

Foto di repertorio

"La nuova linea ferroviaria Roma-Pescara cambierà il volto di una parte dei nostri territori". Così il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio ha presentato il progetto da 6,5 miliardi per collegare le due città in "appena" due ore sottolineando che "per la prima volta c'è un progetto condiviso". E anche "se la linea Roma-Pescara non sarà l'alta velocità comunemente intesa, abbiamo deciso pragmaticamente di prendere di petto quello che abbiamo e farlo funzionare meglio".

Ferrovia Roma-Pescara, un progetto da 6,5 miliardi

La ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli dal canto suo ha fatto sapere che "il piano temporale di attuazione di questo intervento infrastrutturale prevede dai 7 ai 12 anni di lavoro, ma per superare alcuni ritardi e ostacoli introdurremo quest’opera nell’elenco delle opere da commissariare che verrà definito, di qui a breve, con un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri". 

"In questo tempo in cui affronteremo legge di bilancio, Next generation eu, riprogrammazione dei fondi europei - ha aggiunto De Micheli -, siamo nelle condizioni di finanziare l'opera per far partire tutti i processi conseguenti". Opera che costerà 6,5 miliardi a cui andranno aggiunti 250 milioni "per rendere la linea utilizzabile anche per le merci".

Un’infrastruttura che la ministra ha definito "molto simbolica" perché "rappresenta lo spirito con cui al ministero abbiamo costruito il piano Italia veloce. Un'opera che combatte la tirannia della distanza tra Ovest ed Est e interviene sulla disuguaglianza delle aree interne". 

Il progetto della ferrovia Roma-Pescara

Ma cosa prevede il progetto partorito da Mit, Rfi, Regione Lazio e Regione Abruzzo? L’idea di fondo è quella di potenziare il servizio già esistente per collegare Roma, Avezzano, Sulmona e Pescara. Oggi un Regionale veloce di Trenitalia impiega circa 1 ora e 40 minuti per coprire i circa 102 km che separano la Capitale da Avezzano, a cui ne vanno aggiunti circa 50 per arrivare a Sulmona e altri 56 minuti fino a Pescara. Il risultato è che per raggiungere la città adriatica partendo dalla Capitale servono almeno 3 ore e venti minuti. Con il nuovo tracciato ci vorranno 50 minuti da Avezzano a Roma e appena 30 minuti da Sulmona a Pescara, con treni ogni mezzora. I convogli viaggeranno ad una media di 160 chilometri all’ora con punte di 200. Rispetto ad oggi un passo avanti notevole. Ma non sufficiente a parlare di alta velocità.

Ma l'alta velocità è ancora lontana....

Per coprire i 207 km che separano Roma e Pescara con la nuova ferrovia serviranno infatti 1 ora e 59 minuti, mentre un normale bus di linea ne impiega oggi circa 2 ore 15 minuti. La nuova opera servirà sicuramente ad avvicinare le aree interne alle due coste, così come a potenziare il traporto merci. Ma non a combattere "la tirannia della distanza tra Ovest ed Est". Con buona pace degli annunci e dei 6,5 miliardi di euro da stanziare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il (mezzo) bluff della nuova ferrovia Roma-Pescara

Today è in caricamento