Mercoledì, 3 Marzo 2021

Gig economy, quanto guadagnano i rider in media al mese

I rider rappresentano solo il 10% della gig economy, che dà lavoro a circa 700mila persone

Aumentano gli italiani che trovano lavoro tramite la gig economy, come rider ma non solo, secondo l’ultimo rapporto annuale dell’Inps. E soprattutto dal rapporto emerge che quanto più con gli anni è difficile trovare un lavoro, tanto più la gig economy è una chance per non restare inattivi (e impossibilitati a fare reddito). Lavora nella gig economy soprattutto chi ha più anni di età: le persone tra i 30 e i 49 anni rappresentano dal 27% al 30% del totale degli occupati, gli over 50 il 20%, mentre i giovani dai 18 ai 29 anni sono soltanto il 10%.

La gig economy dà lavoro a 700mila persone ed offre un lavoro al 35% di chi, con almeno 50 primavere alle spalle, resterebbe altrimenti disoccupato. Tra i 40-49enni la percentuale di chi sceglie la gig economy come primo lavoro e quella di chi invece la reputa un secondo è molto vicina: 31% contro 32% del totale. Tra i 18-24 anni la percentuale di coloro che trovano solo nella gig economy una via di uscita dalla disoccupazione è invece del 29%. Anche la Acli, nel dossier ‘Gig economy’, attesta che il 54% dei gig workers ha dai 25 ai 44 anni. Il 4% di chi lavora nella gig economy in Italia è straniero.

Se il fattorino vien di notte: l'ultima (pazza) frontiera delle consegne a domicilio 

Il 49% dei lavoratori non fa più di 4 ore di “lavoretti” a settimana; il 13% opera nel settore da più di tre anni e il 15% da più di un anno. Il titolo di studio dei gig workers, secondo l’Acli, è più elevato della media: il 30% ha un’istruzione terziaria o superiore (contro il 20% dell’intera popolazione italiana), il 10% ha una laurea triennale, il 14% una magistrale e circa il 6% un master e/o dottorato. La consegna di cibo a domicilio non è un lavoro per donne, secondo la Acli, alla quale risulta che soltanto il 10% di chi svolge questo lavoro appartenga al gentil sesso. Nell’insieme della gig economy, invece, il peso della donne che risulta all’Inps è del 42,8%.

I rider rappresentano solo il 10% della gig economy e secondo i dati forniti da Foodora per quanto di propria competenza sono per il 90% uomini, nel 75% dei casi lavorano per meno di 25 ore a settimana, nel 23% svolgono anche un altro lavoro oltre alla consegna di cibo a domicilio (il 24% dei rider è invece disoccupato e l'1,5% è rappresentato da pensionati). I rider guadagnano in media da 343 o 839 euro al mese, a seconda del fatto che lavorino in questo ambito in aggiunta ad un altro lavoro o che invece la gig economy rappresenti per loro l’unica chance di lavoro.

Dal blog "Asso di denari" di Carlo Sala

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gig economy, quanto guadagnano i rider in media al mese

Today è in caricamento