Domenica, 11 Aprile 2021
Reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza, i beneficiari avranno diritto anche al reddito di emergenza?

Le due misure non si escludono a vicenda, ma ci saranno dei paletti: cosa dice l'ultima bozza del decreto

Foto di repertorio

I percettori del reddito di cittadinanza avranno diritto anche al reddito di emegenza?  Iniziamo col dire che le misure contenute nel 'decreto aprile' - poi slittato a maggio - sono ancora in fase di definizione e dunque al momento su quello che sarà uno dei principali provvedimenti anti-crisi non ci sono certezze. Fatta salva questa premessa, stando all’ultima bozza del decreto le due misure di sostegno al reddito non si escluderanno a vicenda, ma ci saranno dei paletti per chi è già titolare di una rdc card. 

In particolare, si legge nella bozza, il Rem potrà essere cumulato al reddito di cittadinanza a integrazione della somma goduta per un importo tale per cui il cumulo dei due benefici sia pari alla somma dei tetti previsti per il Rem. In sostanza solo i percettori del rdc che non raggiungono le somme massime indicate nel decreto (400 euro per i single e 800 per i nuclei familiari) avranno diritto una integrazione fino a raggiungere il tetto massimo. Si tratta, lo ribadiamo ancora una volta, solo di una bozza e come tale suscettibile di modifiche anche sostanziali.

A chi spetterà il Rem

La nuova misura di sostegno al reddito dovrebbe essere erogata per tre mensilità a decorrere dal mese in cui è stata presentata la domanda. Ma, a quanto apprende l'Adnkronos, ieri nel corso della riunione Italia Viva ma anche Pd sono tornati a far muro, chiedendo di trasformare la misura in un contributo straordinario una tantum. I requisiti per ottenere il beneficio dovrebbero essere i seguenti:

  • residenza in Italia, verificata con riferimento al componente richiedente il beneficio;
  • un valore del reddito familiare, nel mese precedente la richiesta del beneficio e in ciascuna mensilità che precede le erogazioni successive, inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio previsto per il Rem (da 400 a 800 euro).
  • un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a una soglia di euro 10.000, accresciuta di euro 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000;
  • un valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) inferiore ad euro 15.000.

Chi non avrà diritto al Rem

Il reddito di emergenza non sarà compatibile con il bonus autonomi (la cui soglia massima a maggio dovrebbe essere portata a 1.000 euro). Inoltre, viene specificato nella bozza, che "non hanno diritto al Rem i soggetti che si trovano in stato detentivo, per tutta la durata della pena, nonché coloro che sono ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica".

Il reddito di cittadinanza si allarga

Non è tutto. Con il ‘decreto aprile’ verranno introdotte modifiche anche ai requisiti per ottenere il reddito di cittadinanza che diventeranno meno rigidi. In particolare, stando alla bozza del provvedimento, in relazione alle domande presentate dal 1° luglio 2020 sino al 30 ottobre 2020, i requisiti di accesso saranno così modificati:

  1. la soglia del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) sarà incrementata da 9.360 euro a 10.000 euro;
  2. la soglia del valore del patrimonio immobiliare sarà incrementata da 30.000 euro a euro 50.000;
  3. la soglia del valore del patrimonio mobiliare sarà incrementata da 6.000 euro a 8.000 euro oltre agli incrementi ivi previsti.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, i beneficiari avranno diritto anche al reddito di emergenza?

Today è in caricamento