Reddito di cittadinanza, la Gdf scopre 80 furbetti: tra loro anche degli "insospettabili"

Nel Casertano sono 64 le persone denunciate negli ultimi mesi dalle Fiamme Gialle, mentre altre 14 sono state segnalate all'INPS. Si va dai lavoratori abusivi agli spacciatori. Nei guai anche una coppia di commercianti e il titolare di un noto caseificio

Foto di repertorio. ANSA

Dai coniugi che arrotondavano vendendo capi di abbigliamento, a chi si dichiarava nullatente pur non essendolo affatto. Sono ben ottanta i furbetti del reddito di cittadinanza scoperti negli ultimi mesi dalla Guardia di Finanza a Caserta e provincia. Di questi 64 illegittimi beneficiari sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria mentre nei restanti 16 casi è scattata 'solo' la segnalazione all’Inps.

Tra i furbetti c'è anche l'ex titolare di un noto caseificio che aveva richiesto e ottenuto il reddito di cittadinanza in quanto nella domanda di sussidio aveva "dimenticato" di comprendere nel proprio nucleo familiare la moglie, titolare di redditi e intestataria di beni patrimoniali oltre i limiti massimi previsti dalla legge per poter accedere al contributo pubblico. L'uomo sarebbe stato fermato più volte a bordo di un potente e lussuoso Suv. 

Caserta, 80 furbetti del reddito di cittadinanza: sottratti 200mila euro

Complessivamente sono stati 255 i componenti dei nuclei familiari oggetto di controllo, che sono poi risultati aver illegittimamente richiesto e percepito il sussidio. La Gdf stima un danno per le casse dello Stato pari ad oltre 200mila euro, calcolando solamente le somme già materialmente percepite.

Circa la metà degli 80 soggetti che percepivano indebitamente il rdc, lavoravano in nero e sono stati smascherati grazie ai controlli eseguiti proprio per il contrasto del lavoro irregolare o per l’avvio di ispezioni fiscali. Sotto questo profilo la casistica è stata la più varia: si va dai pizzaioli, ai camerieri, dai cassieri agli operai tessili. E ancora: baristi, addetti ad autolavaggi, calzaturieri, magazzinieri e muratori.

Reddito di cittadinanza, furbetto a go-go nel Casertano: i casi

Durante un controllo in un negozio, ad esempio, sono stati scoperti due coniugi che continuavano a vendere al dettaglio capi di abbigliamento, ma utilizzando una partita iva già chiusa. In tal modo, oltre a non pagare alcuna imposta su quanto incassato, riuscivano ad arrotondare proprio grazie al reddito di cittadinanza. Altri 25 soggetti sono risultati invece occuparsi con continuità ed abitualità della vendita al minuto di sigarette di contrabbando e sono stati individuati grazie alle investigazioni anticontrabbando.

Lo spacciatore (con mezzo kg di hashish), che percepiva il rdc

Stesse evidenze sono emerse anche nei confronti di alcuni soggetti dediti alla vendita di prodotti di abbigliamento con marchi contraffatti o di CD/DVD in violazione ai diritti d’autore. Verbalizzato anche uno spacciatore di Capodrise trovato in possesso di mezzo chilo di hashish.

Grazie invece al controllo dei mezzi commerciali circolanti su strada sono stati individuati diversi autisti “in nero”, mentre a riscontro di alcune segnalazioni sono stati sanzionati altri soggetti che avevano affittato, sempre “in nero” degli appartamenti, o che avevano omesso di segnalare nella richiesta di contributo la proprietà di alcuni beni immobili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I venditori abusivi con il reddito di cittadinanza

Da ultimo, sulla base della prolungata attività antiabusivismo svolta nelle immediate vicinanze della Reggia di Caserta è stato possibile accertare che anche 4 degli 'storici' venditori abusivi di gadget, già destinatari di ripetuti ordini di allontanamento e del daspo urbano e, in tre casi, anche denunciati in più occasioni per mancato rispetto dei citati provvedimenti autoritativi, percepivano il reddito di cittadinanza, dichiarandosi nullatenenti e nullafacenti.

Reddito di cittadinanza, furbetto scoperto "per colpa" di uno spinello

Reddito di cittadinanza, solo 28mila beneficiari (su 791mila) finora hanno trovato un lavoro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lele Mora senza filtri: "Alberto Matano e il suo amico speciale. Garko? Fui io a fargli vincere concorsi, poi lo portai da Tarallo"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Il Dpcm 25 ottobre chiude l'Italia alle 18 ma...

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di giovedì 22 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di oggi sabato 24 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Chi è Roberto Zappulla, marito di Maria Teresa Ruta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento