Lunedì, 19 Aprile 2021

Reddito di cittadinanza "festeggia" il milione di domande: e l'Inps pensa a una (grossa) novità

Tridico (Inps): "Lavoreremo a una forma di reddito minimo" diverso rispetto ai "vincoli" che caratterizzano il reddito di cittadinanza. Le domande per il rdc intanto hanno raggiunto quota 1.016.977: tra le regioni in testa, staccatissime dalle altre, Campania e Sicilia

Sfondata quota un milione. Le domande per accedere al reddito di cittadinanza al 30 aprile hanno raggiunto quota 1.016.977. Lo comunica l'Inps. Nel dettaglio, rende noto l'istituto di previdenza, è la Campania la regione con il maggior numero di richieste, pari a 172.175. Seguono Sicilia (161.383), Lazio (93.048), Lombardia (90.296), Puglia (90.008) e Calabria (70.300).

Reddito di cittadinanza, i fondi non utilizzati a famiglie e giovani coppie

I fondi ci sono, anzi, ne sono stanziati in misura superiore alle necessità secondo gli ultimi calcoli. "Sono le famiglie e le giovani coppie le categorie a cui vogliamo destinare i fondi non utilizzati per il reddito di cittadinanza. Le difficoltà economiche che penalizzano le famiglie devono trovare una soluzione". Così in una nota i componenti del M5s delle commissioni Affari Sociali e Lavoro alla Camera.

"Per questi motivi, come già dichiarato oggi dal vicepremier Luigi Di Maio, dobbiamo agire velocemente per mettere un freno al calo delle nascite e agevolare le famiglie in difficoltà. Per troppo tempo i nostri giovani sono stati costretti, da una politica negligente, a trasferirsi all'estero o a scegliere tra famiglia e lavoro. Vogliamo far ripartire questo Paese, e possiamo farlo pensando alle famiglie e assicurando un futuro dignitoso alle giovani coppie" aggiungono i deputati pentastellati.

Dopo il reddito arriva il matrimonio di cittadinanza? Ma il bonus non è per tutte le coppie

Tridico (Inps): "Reddito minimo dopo il reddito di cittadinanza"

"Lavoreremo a una forma di reddito minimo" diverso rispetto ai "vincoli" che caratterizzano il reddito di cittadinanza. Lo ha detto il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, intervenendo ieri ai lavori della conferenza internazionale "The state of the union", in corso all'Istituto universitario europeo di Fiesole (Firenze). Tridico ha fatto riferimento alla possibilità, per il futuro, di "un reddito incondizionato di base". Secondo il presidente dell'Inps, il reddito di cittadinanza ha rappresentato "un passo avanti molto importante, è qualcosa che mancava nel sistema previdenziale, è uno strumento per contrastare la povertà".

Tridico ha parlato dell'ipotesi secondo cui "forme di reddito incondizionato di base in alcuni settori dell'economia, ad esempio le arti performative o la cultura, o ancora per le professioni legate ad esempio alle start-up, al progresso tecnologico, vedranno veramente degli sviluppi per quanto riguarda il reddito di base o minimo, quindi lavoreremo su una forma di reddito minimo". Il presidente dell'inps ha poi sottolineato che "i sistemi assistenziale italiano ed europeo, in particolare quello italiano, che è stato sviluppato dopo la seconda guerra mondiale, sono tutti basati sull'occupabilità, sulla ricerca del lavoro", e ha aggiunto che "nella nuova situazione odierna, alla luce delle nuove frontiere tecnologiche, credo che lo stato assistenziale debba assumere una nuova dimensione".

Reddito di cittadinanza, allarme Ocse: "Sussidio troppo elevato"

reddito cittadinanza card ansa-2

Salvini: "Rdc è solo una toppa"

In seno al governo, Matteo Salvini torna a nutrire dubbi sulla misura simbolo del programma pentastellato: "Far ripartire il paese è una priorità, puoi mettere una toppa come il reddito di cittadinanza, ma serve altro. Ridurre le tasse è l'unico modo per far ripartire il Paese: il reddito di cittadinanza non fa ripartire l'Italia".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza "festeggia" il milione di domande: e l'Inps pensa a una (grossa) novità

Today è in caricamento