rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Sussidi

Il reddito di cittadinanza è "per single"

Ecco i nuovi numeri del sussidio dal mondo reale, mentre impazza nel mondo politico il dibattito sulla sua improbabile abolizione. Il 44% (522.461) è composto da single che ricevono in media 457 euro, solo il 7% ha almeno cinque componenti (90mila nuclei) ed ottiene 740 euro

Mentre impazza la discussione sulla sua possibile (molto improbabile, in realtà) abolizione, ci sono i dati aggiornati sul reddito di cittadinanza. A chi va, concretamente, il sussidio simbolo di questa legislatura? 

Ad aprile 2022, i nuclei beneficiari di reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza sono stati - secondo i dati aggiornati dell'Inps - 1,19 milioni in totale (quasi 1,09 milioni RdC e 103mila PdC), con 2,65 milioni di persone coinvolte (2,53 milioni RdC e quasi 118mila PdC) e un importo medio erogato a livello nazionale di 561 euro (588 euro per il RdC e 270 euro per la PdC). 

Quanto si prende in media

L'importo medio varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 458 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 741 euro per le famiglie con cinque componenti. Il 43,8% (522.461) è composto da single che ricevono in media 457,79 euro, solo il 7,44% ha almeno cinque componenti (90mila nuclei) ed ottiene 740,91 euro.

La platea dei percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza è composta da 2,31 milioni di cittadini italiani, 238mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e quasi 90mila cittadini europei. Per i nuclei con presenza di minori (oltre 392mila, con 1,44 milioni di persone coinvolte), l'importo medio mensile è di 687 euro, e va da un minimo di 589 euro per i nuclei composti da due persone a 745 euro per quelli composti da cinque persone.

I nuclei con presenza di disabili sono quasi 207mila, con oltre 482mila persone coinvolte. L'importo medio è di 492 euro, con un minimo di 379 euro per i nuclei composti da una sola persona a 707 euro per quelli composti da cinque persone. La distribuzione per aree geografiche relativa vede 450mila beneficiari al Nord, 348mila al Centro e 1,85 milioni nell'area Sud e Isole.

Nel corso del primo quadrimestre, le revoche hanno riguardato circa quasi 24mila nuclei e le decadenze sono state oltre 158mila.

Il problema vero è la ricerca lavoro"

Nel mirino di parte del mondo politico c’è da anni la "seconda gamba" del reddito di cittadinanza, quella delle politiche attive del lavoro, mai decollate: secondo Anpal su poco più di 1 milione di percettori "occupabili" circa il 20% (212mila) ha un rapporto di lavoro attivo al 31 dicembre 2021 - ma non c’è alcuna evidenza dell’esistenza di un nesso con la presa in carico da parte dei centri per l’impiego - i non occupati sono invece circa l’80% (843mila).

Tra i beneficiari "occupabili", è basso il numero di utenti presi in carico, cioè che hanno avviato il percorso di accompagnamento al lavoro, con la firma del Patto o un tirocinio extracurricolare: solo 385 mila persone (45,6%).

L'abolizione del reddito di cittadinanza: come può avvenire

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il reddito di cittadinanza è "per single"

Today è in caricamento