Ritoccato il fondo, i soldi per il reddito di cittadinanza sono sempre meno

Ritoccato ancora una volta al ribasso il maxifondo per il reddito di cittadinanza, ma c'è anche un altro problema: secondo gli economisti i soldi verranno usati per benzina e prodotti cinesi a basso costo, con tanti saluti al presunto sostegno alla domanda interna

Quanti soldi ci sono per il Reddito di cittadinanza? Il governo ha stanziato 5.894 milioni di euro che dovranno assicurare un sussidio per 5 milioni di persone, almeno secondo l'ultima versione del "decretone". Inizialmente erano previsti ben 6.110 milioni di euro. Lo stanziamento sale a  7.131 milioni di euro per il 2020 e 7.355 milioni per il 2021. Dal 2022 alla stabilizzazione del sussidio sono destinati 7.210 milioni di euro

Come si evince dalla relazione tecnica che accompagna il decreto che istituisce il reddito di cittadinanza tuttavia si vede come lo stanziamento non risulterebbe sufficiente.

spese per rdc-2

Di fatto è lo stesso governo a spiegare come sia di difficile definizione la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza anche alla luce dei requisiti richiesti per ottenere il sussidio.

In realtà lo stesso importo massimo del Reddito di cittadinanza in quanto tale arriva fino a 500 euro. A questa cifra si somma un importo di 280 euro se si è titolari di un contratto di affitto o 150 se si vive in una casa di cui si sta pagando un mutuo. Per questo i famosi 780 euro spetteranno ad un numero limitato di persone.

rdc beneficiari-2

C'è poi un conto che è stato fatto dal Governo e che potrebbe portare meno benefici di quello che si pensa. L'obbligo di spendere entro il mese l'intero ammontare del sussidio (pena la decurtazione), dovrebbe agire secondo le intenzioni dei proponenti come stimolo alla domanda interna, vero tallone d'achille dell'economia italiana. Eppure alcune stime svelano una realtà diversa.

Reddito, il 30% andrà all'estero

Solo il 60% del reddito di cittadinanza sarà destinato alla domanda e ai consumi interni. "Una cifra che sul totale dell'Italia sposta pochi decimali" spiegano Mario Deaglio e degli altri economisti che hanno realizzato il 23esimo Rapporto sull'Economia globale e l'Italia, promosso dal Centro Einaudi e da Ubi Banca, presentato a Milano.

"Su cento euro che arriveranno in mano a chi prende il reddito di cittadinanza, calcoliamo che il 35-40% di questi soldi andrà all'estero, cioè al petrolio e quindi alla benzina, oppure all'acquisto di prodotti cinesi a basso costo".

Insomma, il reddito è "una misura di difficile implementazione, con pochi effetti", concentrati per lo più nella seconda parte dell'anno. Una delle soluzioni ottimali, secondo Deaglio, sarebbe stata quella di "potenziare il Rei, che già esisteva: farebbero ancora in tempo a farlo, costerebbe molto meno".

In più, un'altra difficoltà sarà di tipo attuativo: se sono sei i milioni di beneficiari del reddito, "serviranno sei milioni di pratiche, con relativa immissione di dati. Vedremo come faranno a stare nei tempi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri di oggi sabato 12 ottobre 2019

Torna su
Today è in caricamento