rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Economia

Reddito di cittadinanza, quando arriva l'accredito? Il chiarimento dell'Inps

In quale giorno del mese viene erogato il reddito di cittadinanza? Per fare chiarezza su uno dei quesiti più frequenti da parte dei percettori del sussidio, l'Istituto di Previdenza ha spiegato le tempistiche con cui avvengono i pagamenti

Nonostante si sia tornati a parlare di un referendum per chiedere l'abrogazione del reddito di cittadinanza, la misura contro la povertà introdotta dal precedente governo sembra destinata a rimanere saldamente in vigore. Così, mentre l'Inps scende in campo con gazebo e unità mobili per scovare i cosiddetti “beneficiari inconsapevoli”, c'è una domanda che torna ricorrente e che riguarda chi già percepisce il sussidio nella propria Card del reddito di cittadinanza: quando arriva l'accredito? Un quesito tornato prepotente in questo mese di settembre, pieno di spese e scadenze per le famiglie italiane.

Reddito di cittadinanza, quando arriva l'accredito? Il chiarimento dell'Inps

Per rispondere alle molte richieste pervenute sulle diverse pagine social e sul sito dell'Istituto di Previdenza Sociale, il profilo Facebook Inps per la Famiglia ha postato un chiarimento riguardante le tempistiche relative all'erogazione del reddito di cittadinanza. Per il mese di settembre valgono le regole degli altri mesi, ma per una ulteriore chiarezza e trasparenza, l'Inps ha preferito precisare ancora una volta quando arriva l'accredito.

Reddito di cittadinanza, sospensione temporanea: chi riguarda e come funziona

Per chi già percepisce il reddito da alcuni mesi, l'accredito arriverà come di consueto alla fine del mese, nel dettaglio, per quanto riguarda settembre, da oggi giovedì 26, sarà possibile verificare sul sito dell’Inps l’avvenuto accredito attraverso Poste Italiane. L'Istituto di Previdenza ha voluto mettere in chiaro anche le tempistiche che trascorrono dall'invio delle disposizioni alle Poste e l'effettivo giorno in cui i percettori del sussidio trovano la ricarica sulla loro card Rdc: ''Inps invia a Poste Italiane le disposizioni di pagamento successive alla prima, alla fine di ogni mese solare. Poste Italiane provvede alla ricarica della Reddito di cittadinanza Card entro 3-4 giorni''. L'Istituto ricorda inoltre che le somme caricate vanno spese entro il mese solare successivo all'accredito.

Discorso differente per chi si trova al primo mese di reddito di cittadinanza: per chi si è appena visto accettare la richiesta del sussidio la prima erogazione avverrà a partire dal giorno 15 del mese  e saranno necessari i canonici 3-4 giorni per avere i soldi a disposizione. Tenendo a mente questa differenza, chi ha visto accettata la propria domanda per il reddito di cittadinanza nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno e luglio 2019, dovrà attendere fine mese per l'accredito, mentre per le domande accolte ad agosto 2019 il primo pagamento è partito lo scorso 15 settembre.

Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

Per consultare lo stato dei pagamenti del reddito di cittadinanza basta accedere ai servizi online al seguente link, utilizzando il proprio Pin o lo Spid.

Reddito di cittadinanza, come si può (e non si può) usare

Per rispondere ad un'altra delle domande ricorrenti sul reddito di cittadinanza, quella sulle modalità in cui può essere speso, ricordiamo che le somme accreditate nella carta possono essere utilizzate soltanto per alcune operazioni. Con la Card emessa da da Poste Italiane, in accordo con il Governo e con l'Inps, si possono eseguire le seguenti operazioni:

  • acquisto beni e servizi di base;
  • prelievo in contanti presso gli sportelli Poste italiane di un massimo mensile di 100 euro per le famiglie composte da un singolo individuo, l’importo incrementa in base al nucleo familiare;
  • possibilità di effettuare un bonifico mensile per le spese di mutuo o affitto.

Reddito di cittadinanza, dai malati alle donne incinte: chi viene esonerato dagli obblighi

Ricordiamo inoltre che con il reddito di cittadinanza si possono comprare diversi tipi di beni e servizi, ad eccezione dei seguenti:

  • navi e imbarcazioni;
  • gioco d’azzardo, o giochi che prevedano vincite in denaro;
  • servizi finanziari e /o creditizi;
  • materiale pornografico e servizi per adulti in generale;
  • acquisti in club privati;
  • armi;
  • articoli di gioielleria e /o pellicceria;
  • acquisti presso gallerie d’arte e simili.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, quando arriva l'accredito? Il chiarimento dell'Inps

Today è in caricamento