Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Reddito di cittadinanza, non solo furbetti: ecco dove la misura simbolo M5s funziona

Se è vero che le notizie su furbetti che percepiscono il "sussidio" senza averne diritto giungono a cadenza ormai quotidiana ("si devono vergognare" ha tuonato ieri il ministro Catalfo), è anche vero che ci sono delle eccellenze che vanno segnalate e applaudite

Reddito di cittadinanza, tutte le ultime notizie (foto Ansa)

Reddito di cittadinanza, luci e ombre. Se è vero che le notizie su furbetti che percepiscono il "sussidio" senza averne diritto giungono a cadenza ormai quotidiana ("si devono vergognare" ha tuonato ieri il ministro Catalfo), è anche vero che ci sono delle eccellenze che vanno segnalate e applaudite. Partiamo dalle note meno liete: in Puglia l'ultimo caso di furbetti. Unica certezza: il reddito di cittadinanza fa sempre notizia.

Reddito cittadinanza, scoperta nuova "furbetta" in Puglia

A Foggia le fiamme gialle  del Comando Provinciale hanno eseguito, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, un sequestro di denaro  a carico di una donna di San Severo, indagata per aver indebitamente percepito il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti. Nel dettaglio, le cose sono andate così: durante un controllo eseguito in città a maggio contro il fenomeno del lavoro sommerso sono stati scoperti all'interno di un ristorante 3 lavoratori in nero, non assunti. Tra questi è stata individuata anche la donna indagata che, dopo approfondimenti investigativi, è risultata essere stata destinataria per mesi della misura di sostegno al reddito, che viene erogata dall’Inps.

Nonostante il datore di lavoro avesse inoltrato all’Inps, pochi giorni dopo il controllo dei militari, la comunicazione di assunzione della lavoratrice, quest’ultima non ha provveduto, come avrebbe dovuto, a segnalare la variazione della propria posizione lavorativa, che le avrebbe invece comportato l’immediata decadenza/revoca del beneficio, perché priva dei requisiti previsti dalla legge. La donna così è stata denunciata dai finanzieri sia all’Inps, per la revoca immediata del beneficio alla lavoratrice non più dovuto, sia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia: rischia una condanna da uno a tre anni. Ordinato inoltre il sequestro penale delle somme indebitamente percepite dalla indagata.

Reddito di cittadinanza, il progetto personalizzato per le famiglie

Non solo notizie che lasciano l'amaro in bocca. C'è anche spazio per progetti ammirevoli. A Capannori (Lucca) , grosso Comune di quasi 50mila abitanti, 380 famiglie sono state inserite in un progetto personalizzato di inclusione sociale nell'ambito del reddito di cittadinanza, grazie all'impegno dell'ufficio comunale e anche di un'equipe multidisciplinare. L'obiettivo è l'acquisto dell'autonomia e della riaffermazione della dignità personale. 

Qualche esempio, riportato dalla Gazzetta di Lucca: qualcuno è riuscito a prendere la patente per potersi spostare da solo in auto, qualcun altro ha potuto partecipare a un corso di formazione professionale. Queste 380 famiglie, quindi, non solo percepiscono il sostegno economico statale ma sono anche protagoniste di un percorso di reinserimento lavorativo e sociale di cui beneficiano tutti i componenti del nuclo. 

"A Capannori il reddito di cittadinanza funziona, perché abbiamo creato un modello che viene preso d'esempio anche da altre realtà - dice Matteo Francesconi, vice sindaco con delega alle politiche sociali -. Grazie a un gioco di squadra assieme agli altri Comuni della Piana e a un'equipe multidisciplinare costituita ad hoc, di cui fanno parte anche Azienda Usl Toscana Nord Ovest, Centro per l'impiego e associazioni del territorio, siamo in grado di predisporre progetti vicini alle reali esigenze delle famiglie più in difficoltà volti al riacquisto dell'autonomia e all'affermazione della dignità personale. Vorremmo che queste donne e questi uomini seguiti da un progetto personalizzato del Comune potessero anche realizzare lavori di inclusione sociale, rendendo così un servizio alla comunità, ma al momento questo non ci è possibile a causa della normativa nazionale. Sappiamo che il Governo si sta muovendo per sbloccare questa situazione, che auspichiamo avvenga in tempi più brevi possibile".

L'auspicio di tutti è che nel 2020 la fase 2 del reddito di cittadinanza, quella relativa alla ricerca attiva di un posto di lavoro, (ri)parta col piede giusto da nord a sud, con standard simili in tutte le zone, non solo in quei comuni che sono meglio amministrati di altri.

Reddito di cittadinanza, quando scatta la ricarica di fine e inizio anno

reddito cittadinanza card ansa-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, non solo furbetti: ecco dove la misura simbolo M5s funziona

Today è in caricamento