Reddito di cittadinanza, salta l'accordo per l'assunzione dei 471 navigator campani

Secondo Anpal la giunta regionale della Campania non avrebbe approvato la convenzione che definisce le modalità di assistenza tecnica dei nuovi assunti. Ciarambino (M5s): "De Luca ha cambiato idea, decisione assurda"

La protesta dei navigator campani (ANSA)

Non si sblocca la vicenda dei navigator campani, da mesi in attesa di essere assunti. Nonostante 471 persone abbiano vinto il concorso, la Campania resta l'unica regione italiana a non aver portato a termine l'iter. Dopo le polemiche e le proteste dei mesi scorsi, il 17 ottobre era arrivato il via libera alle assunzioni a tempo determinato, grazie all'intesa raggiunta tra Anpal servizi e la Regione. A quanto pare però l'accordo sembra nuovamente sfumato.

A darne notizia è la stessa Anap, che in una nota esprime "stupore" e "rammarico" nell'avere appreso "che la giunta regionale della Campania non ha approvato la convenzione tra Anpal Servizi e Regione Campania che definiva le modalità di assistenza tecnica dei navigator".

Rdc, non si sblocca il caso dei navigator campani

"In questi 15 giorni abbiamo accolto le molteplici modifiche richieste dagli uffici regionali per favorire l'avvio delle attività. Abbiamo operato con senso di responsabilità, forti dell'impegno sottoscritto con il presidente della giunta Vincenzo De Luca lo scorso 17 ottobre", prosegue l'Agenzia guidata da Mimmo Parisi. 

"Dobbiamo constatare - conclude Anpal - che all'impegno sottoscritto e diffuso a mezzo stampa sui media non corrisponda la volontà fattuale del presidente De Luca di far partire le attività dei navigator in Regione Campania, che potrebbero essere avviate come avvenuto nelle altre 19 Regioni un attimo dopo la stipula della convenzione".

Reddito di cittadinanza, in Campania la fase due è in alto mare

Molto duro il commento di Monica Buonanno, assessore al lavoro del comune di Napoli: "Non riusciamo a credere - spiega - che la Campania abbia deciso di disattendere l’intesa firmata ai massimi livelli istituzionali lo scorso 17 ottobre". 

"Non è possibile che su un’intesa politica già sottoscritta non segua l’atto amministrativo che consente ai 471 navigator campani di iniziare le attività legate alla fase 2 del reddito di cittadinanza" continua Buonanno. "E non si tratta solo dei 471 laureati, di cui ormai si parla da mesi a livello nazionale, ma delle migliaia di nuclei familiari che attendono di sottoscrivere il patto per il lavoro e di avviare gli interventi di politica attiva del lavoro, il vero cuore del reddito di cittadinanza". 

Ciarambino (M5s): "De Luca ha cambiato idea, decisione assurda"

Secondo Valeria Ciarambino, capogruppo regionale del M5s, sui navigator il governatore Vincenzo De Luca "ha improvvisamente cambiato idea. E lo ha fatto dopo aver chiesto e ottenuto da Anpal oltre 60 modifiche alla convenzione originaria. Spieghi oggi il perché di questa assurda decisione, dopo i suoi stessi annunci in pompa magna e dopo che tutti, a partire dai ministri e dagli esponenti a ogni livello del Pd, gli hanno chiesto di smetterla una buona volta con un atteggiamento di assoluta irresponsabilità e sulle cui presunte ragioni ha cambiato più volte versione".

Reddito di cittadinanza, prende 700 euro al mese e in casa ha una pasticceria abusiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Bonus tv e decoder, ora è ufficiale: chi deve cambiare il televisore

  • Jacqueline, figlia di Heather Parisi: "Perché non chiedete dove sono le altre due figlie?"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento