Giovedì, 24 Giugno 2021
ECONOMIA

"Il 16 dicembre sarà il funerale delle tasse sulla casa"

Il premier Renzi a muso duro contro l'Europa: "Il taglio delle tasse sulla casa lo decidiamo noi, non Bruxelles". A dicembre "gli italiani pagheranno la seconda rata della Tasi, sarà l'ultima volta"

Matteo Renzi al Meeting di Rimini (Infophoto)

ROMA - Il premier Matteo Renzi è deciso a liberare la prima casa dal fisco, nonostante l'altolà arrivato da Bruxelles.

"Dal prossimo anno non ci saranno più l'Imu e la Tasi, il 16 dicembre è il funerale della tassa sulla prima casa. Questo lo decidiamo noi, non Bruxelles. Le tasse che tagliamo le decidiamo noi", ha detto il presidente del Consiglio in un'intervista radiofonica a Rtl 102.5, a proposito degli 'inviti' dell'Ue a tagliare le tasse del lavoro prima che quelle sulla casa.

"Ci siamo fatti il mazzo a trovare le coperture, ora si immagina se dobbiamo discuterne con qualcuno con Bruxelles - ha aggiunto - Quando c'è da parlare di immigrazione sono tutti in ferie, quando si parla di tasse si svegliano tutti? Questo modo di procedere con le dichiarazioni affidate a una fonte di Bruxelles, mettessero nome e cognome.... Un'Europa che si gira davanti ai barconi pensa di spiegarci cosa fare con le tasse? Spero che sia stato il caldo".

Renzi ha poi voluto replicare ai commenti da parte di Cgil e Confindustria sugli ultimi dati Istat, che segnalano un'accelerazione della crescita: "Se dovessi guardare alle reazioni siamo un governo che non guarda in faccia a nessuno: bene così, non siamo il governo di sindacalisti e confindustrialisti, siamo il governo di persone normali che cercano di fare di tutto perchè l'Italia si rimetta in moto". E ha aggiunto: "Prendiamo le critiche di sindacati e Confindustria come uno strumento per fare meglio, anche perchè agli italiani delle polemiche tra politico e sindacalista non frega niente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il 16 dicembre sarà il funerale delle tasse sulla casa"

Today è in caricamento