Martedì, 28 Settembre 2021
Economia Varese

Ex dipendente acquista azienda fallita che lo aveva licenziato e la riporta al successo

La multinazionale francese Anovo per salvare i propri bilanci si è liberata delle filiali con i maggiori crediti: Enzo Muscia rimane senza lavoro così come i suoi 320 colleghi, ma utilizza la sua liquidazione per una nuova avventura

Quando la Anovo ha chiuso per fallimento mandando a casa i suoi 320 dipendenti, uno dei suoi ex impiegati ha deciso di non arredersi: Enzo Muscia ha voluto rischiare e riprendersi quel mestiere che amava e quell'azienda per cui aveva lavorato più di 20 anni, rilanciandola. Enzo ha quindi rilevato l'Anovo - trasformandola in A-Novo - e ha assunto i suoi ex colleghi.

Nell'azienda di Saronno attiva nell’assistenza post vendita di dispositivi elettronici che onnovera tra i propri clienti nomi del calibro di Philips a Sky, le cose andavano a gonfie vele fino a quando la proprietà francese per salvare i propri bilanci si è liberata delle filiali con i maggiori crediti portando, nel 2010 alla chiusura di realtà italiana. Enzo Muscia che in Anovo ricopriva il ruolo di direttore commerciale, ha deciso di utilizzare la sua liquidazione per far ripartire l’azienda.

Una scommessa rischiosa ma che è stata vinta:dipendenti in 3 anni sono passati dagli iniziali 8 a 38, mentre il fatturato è raddoppiato: “La A-Novo è diventata un serbatoio di motivazione. Sappiamo che non possiamo arrenderci, dobbiamo dare qualcosa di più per stare sul mercato - ha raccontato Muscia al Corriere della Sera - Sono ripartito con la valigetta in mano e un pensiero fisso: se in tre mesi non si vede nessun risultato, lascio. Per fortuna è andata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex dipendente acquista azienda fallita che lo aveva licenziato e la riporta al successo

Today è in caricamento