Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia Italia

Riscatto della laurea, ecco come usare gli anni di studio per andare in pensione

L'Inps ha introdotto una nuova procedura per la presentazione telematica delle domande di riscatto di laurea nelle gestioni dei dipendenti privati. Ma quanto costa? Vi abbiamo fatto i conti in tasca

Il riscatto della laurea consente di valorizzare ai fini pensionistici il periodo passato all’università o in una scuola equivalente. E' possibile riscattare i diplomi universitari, diplomi di laurea, diplomi di specializzazionedottorati di ricerca, titoli accademici, diplomi di istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale ma anche i periodi di studio universitario all’estero.

L'Inps ha riprogettato il servizio di presentazione telematica delle domande di riscatto nelle gestioni dei dipendenti privati. Tra le novità più rilevanti dell'aggiornamento, c'è la possibilità di richiedere con lo stesso modulo il riscatto di più corsi di studio. Tale facoltà, non concessa, in precedenza, evita, scrive l'Inps, "singoli invii per ogni titolo di studio riscattabile".

Inoltre, nel caso di soggetto iscritto a più gestioni previdenziali, l'applicativo propone la gestione in cui risultano versati i contributi più recenti e quella con maggiore anzianità contributiva, in modo da orientare la scelta dell'utente della gestione in cui effettuare il riscatto.

Al servizio può accedervi chi è in possesso del Pin di autenticazione al servizio disponibile sul sito dell'istituto seguendo il percorso: Prestazioni e servizi > Tutti i servizi > Riscatto di laurea

Quanto costa il riscatto della laurea

Tra le nuove funzionalità è consentito, alla voce "simulazione di calcolo", simulare l'onere di riscatto sia per i "soggetti inoccupati" sia per quelli già iscritti ad una gestione previdenziale; in quest'ultimo caso, riferisce l'Inps, "l'applicativo consente di simulare l'onere dei soli periodi di riscatto che si collocano nel sistema contributivo della futura pensione, sulla base dei dati immessi dall'utente".

L'importa da pagare per il riscatto della laurea varia in base al reddito del lavoratore, dall’età del richiedente e dallo stipendio che il laureato prende nel momento in cui fa la domanda di riscatto.

Inoltre prima si chiede il riscatto della laurea e meno si spende a causa dei coefficienti che vengono applicati allo stipendio che si prende per ottenere il costo del riscatto della laurea, variabili in base all’età.

Ad esempio, un laureato di 32 anni, impiegato, che guadagna circa 25.000 euro l’anno dovrebbe pagare 8.300 euro per ogni anno di corso da riscattare. Moltiplicato per 5 anni si arriva all'importo monstre di 41.200 euro. Ma se aspettasse a chiedere il riscatto della laurea in l’età pensionabile il costo raddoppierebbe.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscatto della laurea, ecco come usare gli anni di studio per andare in pensione

Today è in caricamento