Venerdì, 23 Aprile 2021

In arrivo 300mila lettere dall'Agenzia delle Entrate: via alla "rottamazione bis"

La definizione agevolata - la cosiddetta 'rottamazione' delle cartelle - consente ai contribuenti di ottenere una riduzione delle somme da pagare al Fisco. Entro il 31 marzo Agenzia delle Entrate-Riscossione deve inviare al contribuente una comunicazione

Arrivano le lettere della cosiddetta "rottamazione-bis". Proprio in questi giorni le 300mila lettere partite da agenzia delle Entrate-Riscossione (Ader) arriveranno ai contribuentiche potrebbero essere interessati alla seconda edizione della definizione agevolazione. Si tratta dei carichi che gli enti creditori hanno affidato al concessionario della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017. 

Rottamazione delle cartelle

La definizione agevolata - la cosiddetta 'rottamazione' delle cartelle - consente ai contribuenti di ottenere una riduzione delle somme da pagare al Fisco.

Entro domani, 31 marzo, Agenzia delle entrate-Riscossione dovrà inviare al contribuente una comunicazione. In particolare, il decreto fiscale collegato alla Legge di Stabilità 2018 (DL 148/2017) stabilisce che rientrano nell’ambito applicativo della “rottamazione” i carichi affidati all’Agente della riscossione.

La comunicazione al contribuente arriva tramite posta ordinaria: vi si trovano indicati i carichi dell’anno 2017 affidati dagli Enti creditori entro il 30 settembre scorso, per i quali non risulta ancora notificata la relativa cartella/avviso.

Come aderire alla Definizione agevolata

Per aderire alla Definizione agevolata è possibile presentare la domanda di adesione entro il 15 maggio 2018 o inviando il Modello DA 2000/17 e allegando la copia del documento di identità, alla casella pec della Direzione Regionale di Agenzia delle entrate-Riscossione di riferimento, oppure  presso gli Sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione presenti su tutto il territorio nazionale.

I contribuenti che desiderano sapere quali sono le cartelle e gli avvisi che rientrano per legge nel perimetro della Definizione agevolata possono richiedere il Prospetto informativo sul sito dell'Agenzia delle Entrate, in cui sono indicati i carichi “definibili” e quelli “non definibili”, in base alle informazioni fornite dagli enti creditori all’atto dell’affidamento all’Agente della riscossione.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo 300mila lettere dall'Agenzia delle Entrate: via alla "rottamazione bis"

Today è in caricamento