Venerdì, 17 Settembre 2021
Economia

Saldo e stralcio delle cartelle: chi ha diritto allo sconto sui debiti

Si potrà beneficiare del condono solo con un Isee non superiore ai 20mila euro o in presenza di una procedura di liquidazione. Le cose da sapere

Foto di repertorio

Alla fine il condono ci sarà, ma sarà un condono light, destinato cioè a chi ha un Isee non superiore ai 20mila euro. Con la legge di bilancio è stato approvato anche il così detto saldo e stralcio delle cartelle. A spuntarla sono stati i 5 Stelle, che chiedevano soglie più basse. Ma a chi è rivolta la misura? E quanto si risparmia? Lo spiega il sito Fisco Oggi, rivista on line dell’Agenzia delle Entrate. A beneficiare del condono saranno coloro che, secondo il legislatore, versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica. Che sussiste nei seguenti casi:

  • Quando l’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) riferito al proprio nucleo familiare non supera il limite di 20mila euro
  • Se alla data di presentazione della dichiarazione di adesione, risulta aperta la procedura di liquidazione (articolo 14-ter della legge 3/2012).

Quanto si risparmia

Si paga in base al reddito. Chi ha un Isee pari o inferiore a 8500 euro potrà estinguere il proprio debito col Fisco pagando solo il 16%. Chi ha un Isee compreso tra gli 8.500 e i 12.500 euro pagherà invece il 20%, mentre coloro che dichiarano più di 12.500 euro (ma non oltre i 20mila) dovranno sborsare il 35%. La somma è ancora più bassa in presenza di una procedura di liquidazione.

Ricapitolando:

 -10 %, se è stata aperta una procedura di liquidazione
- 16%, se l’Isee non supera 8.500 euro
- 20%, se l’Isee supera 8.500 ma non 12.500 euro
- 35%, se l’Isee supera 12.500 ma non 20.000 euro

Come si paga

L’estinzione del debito può avvenire in un’unica soluzione (entro il 30 novembre 2019) o in rate pari a:

  • 35%, con scadenza fissata al 30 novembre 2019
  • 20%, con scadenza al 31 marzo 2020
  • 15%, con scadenza al 31 luglio 2020
  • 15%, con scadenza al 31 marzo 2021
  • restante 15%, con scadenza al 31 luglio 2021.In caso di pagamento rateale, dal 1° dicembre 2019 vanno applicati gli interessi al tasso del 2% annuo.

Saldo e stralcio delle cartelle, come fare

Per potere beneficiare del saldo e stralcio delle cartelle, è necessario presentare all’agente della riscossione un’apposita dichiarazione di adesione entro il 30 aprile 2019 (i dettagli saranno resi noti nei prossimi giorni).

Tutti i dettagli su Fisco Oggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldo e stralcio delle cartelle: chi ha diritto allo sconto sui debiti

Today è in caricamento