Uno sciopero generale è stato indetto per venerdì 26 ottobre

I sindacati di base invitano a scendere in piazza i lavoratori di tutti i comparti e categorie pubbliche e private. Manifestazioni sono previste a Torino, Firenze, Roma, Napoli, Taranto e Palermo

Il 26 ottobre è stato proclamato uno sciopero generale dei lavoratori di tutti i comparti e categorie pubbliche e private dalle associazioni sindacali Cub, Sgb, Si Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas e Usi.

Lo sciopero generale è stato indetto per protestare, tra l'altro, - si legge in una nota- contro le misure governative, il peggioramento delle condizioni lavorative, la riduzione del sistema di protezione sociale e la piena fruizione dei diritti sociali e sanitari, per l'Istruzione pubblica e contro la legge 107/2015 per la riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario e a favore di investimenti pubblici per ambiente e lavoro".

Nel corso dello sciopero saranno assicurati dalle amministrazioni pubbliche interessate adeguati livelli di funzionamento dei servizi pubblici essenziali. Quanto alle proclamazioni di sciopero a livello nazionale e interregionale del personale del pubblico impiego sono pubblicate sul sito internet del Dipartimento della Funzione pubblica.

Manifestazioni sono state annunciate a Torino, Firenze, Roma, Napoli, Taranto e Palermo

Perchè lo sciopero generale il 26 ottobre 

Le associazioni sindacali di base avanzano al governo le seguenti richieste:

- Aumentare salari e pensioni, reddito garantito, ridurre l’orario di lavoro a parità di salario, abolire il jobs act, salute e sicurezza sul lavoro
- Investimenti pubblici su ambiente e territorio per aumentare l’occupazione
- Pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi,
- Diritto universale a salute, abitare, scuola e mobilità pubblica
- Rappresentanza sindacale con elezioni libere, democratiche aperte a tutte le liste. Difesa del diritto di sciopero e di manifestazione
- Contro la guerra e le spese militari
- Abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere per tutti

Confermato lo sciopero di venerdì 12 ottobre

Confermato lo sciopero degli studenti invece per venerdì 12 ottobre. Da Milano a Torino, da Roma a Napoli, da Bari a Catania migliaia di studenti medi, delle superiori e gruppi universitari scenderanno in piazza per protestare contro l'esecutivo e chiedere un "vero cambiamento", appunto una "scossa", nel settore istruzione. Tutti i dettagli.

A Roma sempre venerdì 12 ottobre 2018 in programma anche lo sciopero dei dipendenti delle aziende del trasporto pubblico capitolino Atac, Cotral e Roma Tpl: metro e bus a rischio, orari e fasce di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento