Sciopero Alitalia, sarà un “venerdì 13” da incubo: 24 ore di stop assoluto

I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt e Ugl Trasporto aereo hanno indetto la protesta di 24 ore per la giornata di venerdì 13 dicembre: probabili disagi per i viaggiatori, non sono previste fasce di garanzia

Foto di repertorio

Sciopero Alitalia venerdì 13 dicembre 2019: quello in arriva sarà un vero e proprio venerdì da incubo per il trasporto aereo. Anche i meno scaramantici dovranno segnare in rosso sul calendario la giornata di venerdì 13 dicembre in virtù dello sciopero di 24 ore del personale Alitalia. 

Sciopero Alitalia venerdì 13 dicembre: i motivi della protesta

Lo sciopero di venerdì 13 dicembre è stato indetto dalle sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt e Ugl Trasporto aereo e avrà la durata di 24 ore, a partire dalle 00.01 fino alle 24 di venerdì prossimo. Alla base della protesta c'è la crisi in cui versa tutto il settore del trasporto aereo e la situazione di Alitalia, ancora in cerca di una soluzione definitiva. Le sigle chiedono anche il rifinanziamento del fondo di solidarietà del trasporto aereo. Inoltre, i dipendenti Alitalia temono la cassa integrazione

Sciopero Alitalia venerdì 13 dicembre: possibili disagi per i viaggiatori

Attenzione quindi per chi aveva progettato di mettersi in viaggio nella giornata di venerdì 13 dicembre: ci saranno possibili disagi non soltanto per chi viaggia con Alitalia, ma anche per chi ha prenotato con Air Italy. La brutta notizia per i passeggeri è che non esiste alcuna fascia garantita: saranno 24 ore di sciopero effettivo, disagi e ritardi saranno difficili da evitare. Ulteriori dettagli sulle singole proteste e gli aeroporti sono disponibili sul sulla pagina dedicata agli scioperi del Ministero dei Trasporti.

EasyJet, come come confermato da una nota ufficiale, ha invece spostato lo sciopero alla giornata di sciopero al prossimo 14 gennaio: “EasyJet conferma che lo sciopero indetto per venerdì 13 dicembre da alcune delle sigle sindacali che rappresentano gli assistenti di volo della compagnia è stato revocato e spostato al 14 gennaio dalle ore 10 alle ore 14. EasyJet farà il possibile per limitare i disagi per i propri passeggeri, che saranno tempestivamente informati qualora il nostro programma operativo dovesse subire delle modifiche.”

Sciopero Alitalia venerdì 13 dicembre: le richieste dei sindacati

Con una nota unitaria, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt e Ugl Trasporto aereo hanno indetto lo sciopereranno di “venerdì 13”, chiedendo al Governo di prendere una chiara posizione e soprattutto di mantenere gli impegni assunti negli ultimi mesi e  di mettere fine allo stallo dovuto alla querelle fra i potenziali azionisti del consorzio di cui Ferrovie è capofila: "Chiediamo anche di conoscere quali nuove attività i commissari possono mettere in campo per ridurre ulteriormente i costi di acquisto di beni e servizi, e per evitare la riduzione della flotta di aeromobili, alcuni dei quali risultano già purtroppo in uscita a breve, senza che ad oggi ne sia prevista la sostituzione.

"Non siamo più disponibili ad assistere al triste balletto delle "dead lines", che puntualmente sfociano nell'ennesima proroga concessa, perché chi ne ha la competenza non è stato in grado di trovare una soluzione: l'infinita attesa danneggia pesantemente Alitalia e rischia di pregiudicarne la sopravvivenza e le possibilità di rilancio. I potenziali azionisti del consorzio - denunciano i Sindacati - che dovrebbe dare vita alla "nuova Alitalia", nei fatti stanno dimostrando interessi totalmente avulsi da quelli della Compagnia che si sono impegnati a far decollare".

"Il 13 dicembre i lavoratori di Alitalia sciopereranno per 24 ore per dire basta a questa lenta agonia: il Governo sciolga i nodi ancora irrisolti; faccia quanto necessario per tutelare il nostro Paese e far decollare la nuova Compagnia di Bandiera; convochi i futuri azionisti ed il Sindacato per discutere di investimenti sulle principali aree di business (flotta, manutenzione, handling) e di un vero piano di rilancio che sia finalmente tale; dia immediatamente corso alla riforma del Trasporto Aereo per regolare la concorrenza ed eliminare il dumping salariale; e infine, dia strutturalità al finanziamento del Fondo di Solidarietà di settore".

"Su questi punti non faremo sconti a nessuno - avvertono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TA - In assenza di soluzioni convincenti, lo sciopero del 13 dicembre sarà inevitabilmente seguito da ulteriori azioni di mobilitazione nell'interesse dei lavoratori e del Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prende il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere 78 auto intestate

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • In arrivo il bonus Tari: come funziona lo sconto sulla bolletta dei rifiuti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 28 gennaio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento