rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Economia

Sciopero benzinai, a novembre due giorni ''a secco''

I sindacati Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio hanno confermato il ''braccia incrociate'' per i gestori degli impianti stradali ed autostradali di distribuzione carburanti: ecco quello che c'è da sapere

Sciopero dei benzinai dal 6 all'8 novembre 2019. Non ci sono buone notizie per gli automobilisti italiani: i sindacati Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio hanno confermato lo sciopero nazionale dei gestori degli impianti stradali ed autostradali di distribuzione carburanti, che avrà inizio alle ore 6.00 di mercoledì 6 novembre e durerà fino alle 6.00 di venerdì 8 novembre

Sciopero benzinai 6-8 novembre 2019: i motivi della protesta

Ma quali sono le cause che hanno spinto i sindacati ad indire lo sciopero di due giorni? Lo spiegano le stesse sigle in una nota ufficiale: ''La protesta è rivolta innanzitutto nei confronti del Governo che sta gravando, con adempimenti inutili e cervellotici, un'intera categoria con provvedimenti che vanno dalla fatturazione elettronica ai Registratori di cassa Telematici (anche per fatturati di 2 mila l'anno); dalla rimodulazione dell'Indice Sintetico di Affidabilità fiscale (ISA) irraggiungibile per i gestori all'introduzione di Documenti di Trasporto (Das) e modalità di Registrazione giornaliera in formato elettronico; dall'invio dei corrispettivi giornalieri in formato elettronico fino al gravame fiscale e contributivo per i Gestori che non ricevono, in tempo, da Fornitori e Agenzia delle Entrate i documenti necessari per la loro contabilità".

Benzina e diesel, i prezzi aggiornati

Intanto permane la calma sui listini dei prezzi consigliati dei carburanti alla pompa, riflettendo la stasi sui prezzi dei prodotti raffinati sul Mediterraneo. Solo Q8 ha aumentato di 1 centesimo i prezzi raccomandati sia della verde che del diesel. L'elaborazione di Quotidiano Energia e della Staffetta Quotidiana dei dati dell'Osservaprezzi carburanti del Mise, mostrano il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,577 euro al litro mentre per il gasolio è a 1,469 euro/litro. Infine, Il Gpl va da 0,595 a 0,618 (no logo 0,584). Le quotazioni dei prodotti raffinati in Mediterraneo alla chiusura di ieri registravano la benzina a 406 euro per mille litri (invariato), il diesel a 456 euro per mille litri (-5).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero benzinai, a novembre due giorni ''a secco''

Today è in caricamento