Martedì, 2 Marzo 2021

Sciopero dei controllori di volo, partenze a rischio il 20 luglio: gli aeroporti coinvolti

Rischio stop dei voli e disagi per i viaggiatori: il personale Enav, società che gestisce il traffico aereo civile, incrocerà le braccia per 24 ore. In pericolo le vacanze degli italiani

Foto di repertorio

Voli a rischio in Italia per la giornata di venerdì 20 luglio 2018. Le sigle sindacali che riuniscono i controllori di volo hanno proclamato uno sciopero della durata di 24 ore, che mette a repentaglio partenze e arrivi nei principali scali nostrani. Lo sciopero era previsto per giovedì 5 luglio, ma è slittato al 20 dopo l'incontro tra i sindacati e il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. Il 'braccia incrociate' del personale Enav inizierà alle ore 00.01 e terminerà alle ore 23.59, coinvolgendo tutti i dipendenti della società che gestisce il traffico aereo civile in Italia e che conta in totale 4.200 lavoratori. 

Sciopero controllori di volo 20 luglio: gli aeroporti coinvolti

Lo sciopero previsto per il 20 luglio, che coinvolge anche i lavoratori del comparto aereo e indotti aeroportuali, riguarderà moltissimi aeroporto italiani. Come confermato dal sito del ministero dei Trasporti, ecco quali saranno gli scali coinvolti:

  • Roma Fiumicino,
  • Roma Ciampino,
  • Torino, 
  • Venezia,
  • Milano, 
  • Catania,
  • Palermo, 
  • Lamezia Terme, 
  • Brindisi, 
  • Pescara, 
  • Cagliari,
  • Padova.

Il prossimo sciopero

Un altro sciopero è previsto per la giornata di sabato 21 luglio e interesserà la società Air Italy e Panorama Aierlines e l’aeroporto di Reggio Calabria

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei controllori di volo, partenze a rischio il 20 luglio: gli aeroporti coinvolti

Today è in caricamento