Sabato, 24 Luglio 2021
Economia

Sanità, rischio caos: sciopero medici e infermieri il 23 febbraio

Anticipato lo sciopero degli infermieri previsto inizialmente per il 26 febbraio. Possibile blocco per ospedali e sale operatorie

Giornata di sciopero per medici e infermieri venerdì 23 febbraio. E' stata infatti anticipata per questioni tecnico-giudiriche la protesta nazionale degli infermieri e del personale del comparto sanità del Ssn, che inizialmente era stato proclamato per il 26 febbraio. La comunicazione è arrivata dal sindacato degli infermieri Nursing Up. 

Il rischio è che lo sciopero del 23 febbriao mandi in "tilt" il sistema, bloccando ospedali e sale operatorie. 

Sciopero infermieri: le ragioni della protesta

Gli infermieri incroceranno le braccia per tutti i turni di servizio del 23 febbraio, quindi dalla mezzanotte fino a quella del giorno successivo. La protesta riguarda il mancato rinnovo dei contratti. Allo sciopero partecipano anche i tecnici radiologi e di laboratorio. 

"Siamo stati costretti a spostare lo sciopero degli infermieri per essere in regola con le norme della legge sul diritto di sciopero - spiega il presidente di Nursing up Antonio De Palma - visto che i medici hanno fatto slittare il loro dall'8 e 9 febbraio al 23". 

Tra le richieste del sindacato, anche lo sblocco del turnover "per dire basta alla fuga dei cervelli e all'emigrazione dei giovani infermieri che vanno all'estero a portare competenze e professionalità che non vengono riconosciute in Italia". Basta anche "ai tagli lineari delle dotazioni organiche, al demansionamento dei professionisti sanitari e alle pretese di deroghe indiscriminate alle ore di riposo giornaliere e al riposo settimanale". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, rischio caos: sciopero medici e infermieri il 23 febbraio

Today è in caricamento