Lunedì, 8 Marzo 2021

Lidl, spesa "a rischio" venerdì 13 luglio: c'è sciopero

Rotto il negoziato tra uno dei sindacati e Lidl Italia, ricominciato a giugno dopo il rinnovo separato del contratto integrativo aziendale sottoscritto senza la Filcams Cgil

Foto simbolo

Stop alle trattative, per ora. E' ormai rotto il negoziato tra uno dei sindacati e Lidl Italia, ricominciato a giugno dopo il rinnovo separato del contratto integrativo aziendale dello scorso 6 marzo, sottoscritto senza la Filcams Cgil. "Nell’ultimo incontro del 22 giugno, l’impresa ha modificato ancora una volta la propria posizione, rifiutandosi di entrare nel merito delle nostre proposte per superare le degenerazioni di un contratto integrativo aziendale che ha ulteriormente peggiorato le condizioni di lavoro per migliaia di dipendenti Lidl" - spiegano dal sindacato.

Lidl, sciopero Filcams Cgil 13 luglio

Una condotta che la Filcams Cgil definisce "inaccettabile" e che "conferma la precisa volontà della società di continuare a non mantenere alcun tipo di relazione con la Filcams dopo la sottoscrizione di un accordo che determina un complessivo e sostanziale arretramento della qualità dell’occupazione nei punti di vendita. Il superamento del regime di flessibilità incontrollata per i lavoratori part-time, introdotto dal nuovo Cia in deroga al contratto collettivo nazionale di lavoro, l’inserimento di una disciplina relativa al consolidamento degli orari di lavoro, la definizione di un sistema di incentivazione variabile e una regolamentazione chiara e sostenibile del lavoro domenicale sono le priorità poste dalla Filcams, senza che vi sia stato alcun riscontro concreto da parte dell’azienda".

Autostrade, sciopero del personale il 22 e 23 luglio

"Chiediamo la riapertura del confronto"

Proprio in considerazione dell’esito anche di questa fase del negoziato la Filcams, contestualmente alla dichiarazione dello stato di agitazione, ha proclamato una prima giornata di sciopero nazionale per domani, venerdì 13 luglio. In occasione dello sciopero saranno organizzate due iniziative a livello nazionale, presso i magazzini di Massa Lombarda, in provincia di Ravenna, e di Pontedera, in provincia di Pisa. L'obiettivo è chiedere la riapertura del confronto. Il nuovo contratto integrativo, sottoscritto da Cisl e Uil lo scorso marzo, secondo la Filcams Cgil non fornisce risposte sufficienti rispetto ai problemi dell’organizzazione del lavoro e alle necessità dei dipendenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lidl, spesa "a rischio" venerdì 13 luglio: c'è sciopero

Today è in caricamento