Venerdì, 26 Febbraio 2021

Ryanair, scioperi lasciano centinaia di aerei a terra. Ora la low cost minaccia licenziamenti

Per mercoledì 12 settembre è prevista la cancellazione di 150 voli Ryanair su 400 da e per la Germania. Entro il mese toccherà anche all'Italia: gli assistenti di volo incroceranno le braccia anche in Belgio, Paesi Bassi, Spagna e Portogallo

Circa 150 dei 400 voli Ryanair previsti mercoledì 12 settembre 2018 in partenza e in arrivo in Germania saranno cancellati a causa di uno sciopero. Lo ha annunciato il direttore marketing della compagnia, Kenny Jacobs. L'agitazione di 24 ore lanciata dal sindacato tedesco dei piloti, Cockpit, e da quello del personale commerciale inizierà alle 3 ora italiana.

Ma sono cieli turbolenti quelli in cui si sta muovendo la compagnia low cost irlandese in vista dell'annuncio prossimo sciopero europeo degli assistenti di volo, che molto probabilmente sarà il 28 settembre. Gli scioperi dovrebbero riguardare il Belgio, i Paesi Bassi, l'Italia, la Spagna e il Portogallo. I sindacati chiedono che la compagnia low cost irlandese rispetti i contratti nazionali. 

Nel frattempo si sta svolgendo un referendum tra i piloti italiani per decidere se l'accordo firmato da Ryanair e Anpac sia valido.

Nuovo sciopero Ryanair nelle prossime settimane: voli a rischio

Dopo lo sciopero nel cuore dell'esate, il peggior per la compagnia irlandese, con i piloti di cinque Paesi europei a incrociare le braccia e 55mila clienti dell'aviolinea costretti a cambiare i programmi delle loro vacanze, Ryanair minaccia licenziamenti di piloti ed assistenti di volo e chiusura di alcune basi in Germania se continueranno gli scioperi.

Ryanair minaccia licenziamenti se proseguono scioperi

"Queste minacce di sciopero possono solo danneggiare gli affari di Ryanair in Germania, e se continuano, porteranno a tagli di basi e tagli di posti di lavoro sia per i piloti tedeschi che per l’equipaggio di cabina, in particolare in alcune basi secondarie tedesche" ha detto il capo marketing irlandese della compagnia aerea l’ufficiale Kenny Jacobs.

Cosa fare se il volo viene cancellato

Se il volo che abbiamo prenotato viene annullato, Ryanair prevede per i proprio clienti due opzioni:

Le richiesta di un rimborso o la modifica del volo: se si desidera cancellare la prenotazione e richiedere un rimborso completo dei voli non utilizzati, Ryanair invita a collegarsi al sito per recuperare la prenotazione e scegliere l'opzione Rimborso. I rimborsi verranno effettuati entro 7 giorni lavorativi sulla carta o metodo di pagamento utilizzata per la prenotazione originale

È possibile cambiare il volo ad un altro volo Ryanair gratuitamente in base alla disponibilità del posto recuperando la prenotazione su Ryanair.com. Per voli da aeroporti alternativi, Ryanair da diritto ai proprio clienti a richiedere un rimborso del costo di trasferimento per/da tale aeroporto e ad un rimborso delle spese relative a sistemazione, pasti o rinfreschi.

Nuove regole (e tariffe) Ryanair, che bagaglio posso portare? 

Ryanair ha annunciato che offrirà gratuitamente il bagaglio registrato da 10 kg ai 2 milioni di passeggeri che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario e che hanno prenotato il proprio volo prima del 31 agosto per viaggiare dal 1° novembre, il giorno in cui Ryanair introdurrà la sua nuova policy che elimina le procedure d’imbarco del secondo bagaglio a mano presso il gate d’imbarco causa di ritardi nelle partenze. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ryanair, scioperi lasciano centinaia di aerei a terra. Ora la low cost minaccia licenziamenti

Today è in caricamento