Domenica, 11 Aprile 2021

Sciopero Ryanair 25 luglio 2018: circa 600 voli cancellati, tutte le informazioni

Quello del 25-26 luglio è il più grande sciopero della storia della compagnia aerea. Ryanair spiega di avere offerto ai passeggeri l'opportunità di essere riassegnati su un volo alternativo o di ricevere un rimborso

Sciopero Ryanair tra il 25 e il 26 luglio 2018: disagi in vista per i passeggeri. Mercoledì 25 luglio, infatti, i piloti e gli assistenti di volo della compagnia low cost irlandese si fermeranno per uno sciopero di 24 ore, con presidi negli aeroporti di Bergamo Orio al Serio, Milano Malpensa, Pisa, Roma Ciampino, Napoli Capodichino. In Italia lo sciopero durerà 24 ore, ma negli altri Paesi europei (Portogallo, Spagna e Belgio), 48, fino al 26 luglio. "Lo sciopero è per il diritto ad un contratto collettivo e per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori", spiegano Filt Cgil e Uiltrasporti, annunciando che la protesta "si inserisce nel quadro internazionale di scioperi del personale navigante Ryanair di domani e dopodomani indetti dai sindacati spagnoli, belgi, portoghesi e irlandesi".

I voli cancellati per lo sciopero Ryanair

Sarà il più grande sciopero della storia della compagnia aerea. A incrociare le braccia saranno infatti anche i lavoratori di Spagna, Portogallo e Belgio che, a differenza dell'Italia, protrarranno lo sciopero anche a giovedì 26 luglio. In totale saranno circa 600 i voli cancellati, ovvero il 12% del traffico aereo della compagnia irlandese in Europa. In particolare le cancellazioni riguarderanno ognuno dei due giorni 200 voli da e per la Spagna, 50 da e per il Portogallo, 50 da e per il Belgio, interessando circa 50mila passeggeri. Tuttavia, ha garantito Ryanair su Twitter, tutti i clienti sono stati avvertiti via mail o sms e potranno ottenere un altro volo o il risarcimento del biglietto. A Orio salteranno almeno undici voli: cinque il primo giorno (Madrid, Charleroi, Valencia, Santiago di Compostela e Oporto) e altri sei (tra cui due per Barcellona) il giorno dopo, anche se un portavoce Ryanair ha dichiarato alle agenzie di aspettarsi che "in Italia i voli non subiscano variazioni e tutto vada come pianificato".

Intanto i sindacati, che chiedono tra le nuove misure necessarie maggiori stipendi e migliori condizioni di lavoro, hanno fatto sapere che potrebbero esserci altre azioni di protesta se la compagnia aerea irlandese non aprirà ad alcune concessioni. Ryanair spiega di avere offerto ai passeggeri che subiranno le cancellazioni "l'opportunità di essere riassegnati su un volo alternativo operante entro sette giorni prima o dopo il 25 e il 26 luglio", e anche che i clienti "possono anche ricevere un rimborso completo dei loro biglietti". Il 18 luglio i passeggeri interessati sono stati avvisati via email o sms sulle possibilità di rimborso o di cambio gratuito del volo.


Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero Ryanair 25 luglio 2018: circa 600 voli cancellati, tutte le informazioni

Today è in caricamento