Venerdì, 18 Giugno 2021
ECONOMIA

Scontrini fiscali, si va verso l'addio alla carta

Anche Confesercenti favorevole allo scontrino digitale: "Ma il governo riduca al minimo la commissione sull'uso della moneta elettronica"

ROMA - Confesercenti dice sì ai Pos in tutte le attività commerciali e alla rottamazione del vecchio scontrino fiscale ma chiede al governo di ridurre al minimo le commissioni sull'utilizzo della moneta elettronica. In occasione dell'assemblea annuale, il presidente dell'Associazione, Massimo Vivoli, ha spiegato: "siamo favorevoli, senza se e senza ma, alla totale trasparenza, perché i furbi non vanno tollerati. Per questo abbiamo detto sì all'invio telematico dei corrispettivi e allo scontrino digitale. Crediamo nello strumento e metteremo in campo tutta la nostra forza per sostenere l'intervento".

RIDURRE I COSTI - Dall'altra parte, però, "chiediamo al governo provvedimenti che riducano al minimo gli oneri, e che pongano un freno all'aumento del numero di adempimenti. Con la stessa forza e con la stessa convinzione diciamo sì ai Pos in tutte le attività e alla tracciabilità delle transazioni commerciali", ha aggiunto.

TETTO USO DEI CONTANTI - Ma "basta però a provvedimenti inutili, costosi ed inefficaci. Rottamiamo finalmente - ha concluso - lo scontrino fiscale e debelliamo l'evasione, evitando interventi contradditori che hanno il puro sapore della demagogia. Come il tetto all'utilizzo dei contanti. Possiamo andare all'estero con 10 mila euro in contanti, ma in Italia non ne possiamo usare più di mille per acquisti. Chiediamo invece al governo provvedimenti che riducano al minimo la commissione sull'uso della moneta elettronica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontrini fiscali, si va verso l'addio alla carta

Today è in caricamento