Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Sms e chiamate promozionali: la decisione del Garante e la reazione di Vodafone

Gli sviluppi dopo le segnalazioni di persone che lamentavano la continua ricezione di offerte commerciali indesiderate da parte della compagnia e dei suoi partner commerciali

Stop a sms e chiamate promozionali senza il consenso. La compagnia telefonica Vodafone ha avviato delle misure sul telemarketing per evitare “contatti indesiderati” nei confronti dei clienti. La decisione è arrivata dopo che il Garante della privacy ha deciso che Vodafone non potrà più inviare sms o fare chiamate per finalità di marketing a chi non abbia manifestato uno specifico consenso o abbia chiesto di non essere più disturbato con offerte commerciali.

Bollette telefoniche, sospesi i rialzi decisi da Tim, Vodafone, Fastweb e Wind Tre 

“A seguito delle verifiche ispettive – spiega la società – relative alle condotte realizzate nel periodo tra gennaio 2016 e giugno 2017, Vodafone ha già messo in atto, a partire dall’estate 2017, misure volte a evitare contatti indesiderati nei confronti della clientela”. Vodafone, “attualmente impegnata in un articolato programma di adeguamento alla nuova normativa europea (Gdpr), intende infatti garantire una piena conformità alle disposizioni in materia di trattamento dei dati personali”.

Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb tornano alla fatturazione mensile: cosa cambia 

La decisione del Garante per la protezione dei dati personali è arrivata al termine di un’indagine decisa sulla base “delle innumerevoli segnalazioni ricevute da persone che lamentavano la continua ricezione di offerte commerciali indesiderate da parte della compagnia e dei suoi partner commerciali”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sms e chiamate promozionali: la decisione del Garante e la reazione di Vodafone

Today è in caricamento