Lunedì, 8 Marzo 2021
Italia

Effetto spread: per il Btp a tre anni cedola record al 2,30% ( a settembre era 0,05%)

Il brusco rialzo del tasso di interesse che il Tesoro dovrà riconoscere ai sottoscrittori è l'effetto delle tensioni sui titoli di Stato: con un collocamento di 3,5 miliardi l'onere di spesa per interessi sale ai 80 milioni di euro su base annua

Effetto spread sulle aste a medio lungo termine dei titoli di Stato di questa settimana. Il tesoro offrirà quattro scadenze di Btp da 3 a 30 anni per un ammontare minimo di 6 miliardi e uno massimo di 8 miliardi. Novità rilevante sarà la prima tranche del triennale che presenta una cedola del 2,30% l'anno. Molto probabile che gli investitori si concentreranno su questo titolo che offre un rendimento elevato.

Nell'ultima asta a settembre, prima della fiammata dello spread, la cedola del triennale era pari allo 0,05%. Al collocamento il risultato è stato un rendimento lordo dell'1,20%

Che cosa succede ora 

Il brusco rialzo del tasso di interesse che il Tesoro dovrà riconoscere ai sottoscrittori è l'effetto delle tensioni sui bond governativi italiani. Sul mercato secondario, dove si trattano i titoli di Stato, la pressione dei prezzi sul Btp triennale ha portato il rendimento del titolo in area 2,30% e oggi ha toccato un massimo del 2,47%, livelli che non raggiungeva dalla fase acuta della crisi del debito sovrano nel 2011-2012.

Il Tesoro quindi ha dovuto rivedere la cedola adeguandola all'andamento dei titoli sul mercato del reddito fisso.

L'ammontare offerto sarà tra 3 e 3,5 miliardi. Una cedola al 2,30% significa che con un collocamento di 3,5 miliardi un onere di spesa per interessi intorno agli 80 milioni di euro su base annua. Se il collocamento avvenisse alla pari, al prezzo previsto dalla cedola precedente dello 0,05%, per le casse dello Stato l'onere per interessi sarebbe inferiore a 2 milioni di euro.

Tra i paesi dell'area euro i bond governativi a tre anni sono quasi tutti con rendimento negativo a partire dalla Germania con un rendimento di -0,453%. Escludendo Grecia e Italia, il rendimento più elevato è per i triennali del Portogallo con un 0,08% e poi la Spagna con un rendimento dello 0,03%.

mef btp-2

Senza la Fornero ci sarebbe la Troika: perché la riforma delle pensioni è così importante 

Fico ‘poliziotto buono’ prova a ricucire con l’Ue

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto spread: per il Btp a tre anni cedola record al 2,30% ( a settembre era 0,05%)

Today è in caricamento