Martedì, 26 Gennaio 2021

Italia (ancora) sotto pressione: lo spread vola, Borsa in forte calo

Mercati ancora nervosi: il differenziale con il decennale tedesco tocca nuovi massimi. Piazza Affari apre in profondo rosso, banche sotto attacco

Apertura ancora in rialzo per lo spread tra Btp e Bund, che stamattina riparte con una fiammata, superando quota 300 punti (oltre 60 punti sopra la chiusura di ieri, e ai livelli della primavera 2013), con il rendimento del decennale italiano che sfonda il 3%. Il rischio, per l'Italia, è di superare il tetto dei 63,5 miliardi di spesa per interessi fissato dal Def, con conseguenze immediate per i nostri conti pubblici. 

Governo Cottarelli, i numeri non ci sono: si va verso il voto in un clima avvelenato

Non si allenta dunque la tensione sui titoli di Stato italiani, in attesa che il presidente incaricato Carlo Cottarelli si presenti in Parlamento per chiedere una fiducia che, stando alle dichiarazioni delle forze politiche, sembra impossibile da raggiungere.

Spread, titoli di Stato da incubo: banche sotto pressione

Nonostante il presidente Mattarella abbia affidato l'incarico di formare il governo a Carlo Cottarelli, il quale conta "di presentare in tempi molto stretti la lista dei ministri", l'incertezza della politica italiana continua a destare preoccupazione.

Incertezza che pesa anche su Piazza Affari con l'indice Ftse Mib che segna -2,11% a 21.469 punti in apertura e l'All Share che si attesta a quota -1,96% a 23.603 punti.

Moody's: "Taglio rating senza riforme e calo debito"

E intanto Moody's (società privata con sede a New York che esegue ricerche finanziarie e analisi sulle attività di imprese commerciali e statali) taglierà il rating italiano, oggi a Baa2, se il prossimo governo porterà avanti politiche di bilancio "insufficienti a posizionare nei prossimi anni il debito su una traiettoria di discesa". Altrettanto negativo sarebbe "un fallimento nell'articolare e presentare un'agenda di riforme strutturali credibili". Lo si legge in un comunicato in cui Moody's reputa "molto improbabile" un rialzo del rating, spiegando che una conferma potrebbe invece arrivare se il programma di riforme si rivelasse ambizioso e se il governo delineasse un effettivo percorso di rientro del debito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia (ancora) sotto pressione: lo spread vola, Borsa in forte calo

Today è in caricamento