Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia Agrigento

Statale Agrigento-Palermo, al via il licenziamento degli operai

Saranno complessivamente 61 i lavoratori della "Bolognetta Scpa" che perderanno l'occupazione: i primi 35 entro novembre e gli altri entro il 30 prossimo aprile

Da lunedì 23 ottobre scatteranno i licenziamenti dei 61 operai impegnati nella realizzazione della Bolognetta-Lercara. L'intesa sulla procedura di mobilità è stata siglata all'ispettorato del lavoro. Presenti Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. Nell'accordo è stata inserita una clausola per una procedura che consentirà l'assorbimento degli stessi lavoratori licenziati: un riassunzione da parte della contraente generale che scatterà sia nel caso di nuove acquisizioni di lavori sulla tratta Bolognetta- Lercara Friddi che per altre opere.

Per completare i lavori di ammodernamento della Palermo-Agrigento servono però altri 50 milioni di euro e l'unica ipotesi, al momento in piedi, è quella di un nuovo appalto. Lunedì sarà in Sicilia il ministro Graziano Delrio che dovrebbe incontrare i sindacati degli edili.

Uil: "Licenziamenti sono il fallimento della politica"

I primi 35 operai della "Bolognetta Scpa" saranno licenziati entro novembre e gli altri entro il 30 aprile 2018. I lavoratori, dopo che era stata ventilata la possibilità di un licenziamento, lo scorso 22 settembre hanno fatto un sit-in ed hanno bloccato la strada statale 121 all’altezza dello svincolo di Mezzojuso. Nelle ultime ore si è tenuta l'assemblea dei lavoratori durante la quale gli operai non hanno potuto far altro che prendere atto dell'intesa raggiunta, confidando “nei risvolti positivi dell'accordo e che l'opera continui”.

Lunedì, in occasione della sua visita in Sicilia, il ministro Graziano Delrio dovrebbe incontrare una delegazione di lavoratori e sindacalisti di Feneal, Filca e Fillea Palermo per discutere del futuro dell'opera. “E' necessario un nuovo finanziamento di circa 50 milioni per completare l'opera – dichiarano per la Feneal, la Filca e la Fillea Ignazio Baudo, Paolo D'Anca e Francesco Piastra - . Chiediamo che gli impegni presi nell'accordo siano rispettati per consentire la continuità dei lavori e in prospettiva il riassorbimento anche dei lavoratori licenziati. Abbiamo avuto rassicurazioni anche dal livello politico, dai partiti, e dal ministro alle Infrastrutture, Delrio che lunedì, in occasione della sua presenza in Sicilia, incontrerà una nostra delegazione”.

La notizia su AgrigentoNotizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale Agrigento-Palermo, al via il licenziamento degli operai

Today è in caricamento