Sabato, 24 Luglio 2021
Economia

Statali, aumenti alla 'Robin Hood': più soldi a chi prende meno

L'ipotesi del ministro Madia è attualmente sul tavolo del ministero della Pubblica Amministrazione: un meccanismo a piramide rovesciata che porto aumenti più cospicui a chi guadagna meno e più leggeri per chi già gode di uno stipendio alto

Foto di repertorio

Meno soldi ai ricchi e aumenti sostanziosi ai 'poveri'. Non si tratta dello slogan di Robin Hood, ma del meccanismo da tempo annunciato da Marianna Madia, ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione. Una sorta di 'piramide rovesciata' che dovrebbe portare degli aumenti di stipendio ai dipendenti statali, con la somma di denaro che sarà inversamente proporzionale a quella percepita mensilmente. 

La proposta è in fase di valutazione al ministero e potrebbe essere una delle novità introdotte nella prossima legge di Bilancio o in qualche altra riforma. 

Aumenti alla Robin Hood

Stop quindi agli aumenti a pioggia per tutti. Questa proposta, se dovesse andare in porto, servirà ad armonizzare il meccanismo di aumenti, in modo da garantire incrementi più consistenti per quei dipendenti pubblici che guadagnano di meno e, viceversa, meno generosi per chi ha stipendi più alti. Un modo per cercare di ridurre la forbice che separa chi guadagna molto, da chi percepisce il minimo, ma che va in contrasto con l'accordo firmato nel 2016, in cui gli aumenti erano previsti per tutti i dipendenti statali, senza nessuna esclusione.

Invece, con questo nuovo meccanismo, non sarebbero previsti aumenti di stipendio per chi percepisce più di 70mila euro l'anno, come i gran parte dei medici statali, i dirigenti delle  Agenzie fiscali o per quelli delle Autorità indipendenti. Tutte queste figure hanno uno stipendio che varia dai 65mila ai 240mila euro l'anno, in base alle funzioni svolte. 

Visite fiscali a domicilio, stretta sugli statali

I problemi

L'ipotesi è ancora al vaglio del ministero, ma per la sua attuazione vi sono diversi ostacoli. Oltre a dover convincere nuovamente i sindacati, che hanno firmato un accordo meno di un anno fa, ci saranno da trovare i fondi per poter concedere tali aumenti. Serve almeno un miliardo e mezzo di euro, chissà se il ministero dell'Economia riuscirà a trovarli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statali, aumenti alla 'Robin Hood': più soldi a chi prende meno

Today è in caricamento