Domenica, 29 Novembre 2020

Lo stop alle tasse di dicembre per le attività in perdita

Le sospensioni fiscali per le imprese fino a 50 milioni di fatturato e perdite al 33%: via Iva e ritenute in scadenza il 16 dicembre, stop all'acconto del 27

Il governo prepara un decreto legge che dovrebbe essere varato la settimana prossima il rinvio di Iva e ritenute in scadenza il 16 dicembre, dell'acconto Iva previsto per il 27 dicembre e delle rate della rottamazione delle cartelle esattoriali. Lo fa sapere oggi Il Sole 24 Ore, il quale annuncia anche che il consiglio dei ministri previsto per oggi approverà un pacchetto da otto miliardi di nuovi provvedimenti per i ristori di zone rosse e arancioni e uno scostamento di bilancio. 

Lo stop alle tasse di fine anno per le attività in perdita

Il quotidiano spiega che lo stop riguardere le imprese fino a 50 milioni di fatturato con perdite di almeno il 33%: per le attività in diffcoltà a novembre erano state sospese Iva e ritenute: il bis arriverà presto. Per il 27 dicembre, quando è previsto l'acconto Iva 2020, è allo stesso modo tutto rimandato. Poi c'è la rottamazione delle cartelle: qui il giorno chiave è il 10 dicembre, quando saranno chiamati a pagare i contribuenti che hanno rate pendenti nella sanatoria: si attende un incasso di 2,7 miliardi ma il MoVimento 5 Stelle, spiega ancora il quotidiano, vuole il rinvio insieme a Liberi e Uguale. Poi c'è la questione dell'Irap per le imprese in bilico sul tetto degli 800mila euro degli aiuti di stato. 

L’idea, ora, è di prevedere una sospensione per chi ha superato gli 800mila euro fino a tutto febbraio, quando dovrebbe essere chiarito il risultato delle trattative a Bruxelles. Rimane però aperta la questione della Tari che i Comuni non possono più scontare alle attività chiuse.

Ieri è intervenuta l'associazione degli uffici tributi degli enti locali (Anutel) chiedendo al ministro dell’Economia Gualtieri una norma per evitare il paradosso. In fatto di tributi locali ieri è intervenuto anche il premier Conte, in chiusura dell’Assemblea nazionale dell’Anci, lanciando l'ipotesi di uno stop alle tasse e ai canoni per l'occupazione del suolo pubblico anche nel 2021, con l’obiettivo di favorire ristoranti e bar alle prese con gli obblighi di distanziamento sociale.

Un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e le regole per lo shopping: come sarà il Natale 2020

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stop alle tasse di dicembre per le attività in perdita

Today è in caricamento