rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
buco nero

I fondi sono finiti, ma la corsa al Superbonus non si ferma: a giugno spesa record

Mentre si gioca la partita politica, il superbonus continua ad essere molto richiesto toccando nuovi record

I fondi stanziati per il Superbonus 110% sono finiti, lo sappiamo, ma la corsa all'incentivo non si arresta e tocca nuovi record. Secondo l'ultimo aggiornamento dell'Enea sull'utilizzo del Superbonus, al 30 giugno il totale degli investimenti ammessi alla detrazione al 110% ammontava a 35,2 miliardi di euro, rispetto ai 30,6 miliardi di maggio, quindi 4,6 mld di euro in più nel solo mese di giugno. Le detrazioni a carico dello Stato previste a fine lavori sono invece arrivate a 38,7 miliardi, un aumento di quasi il 15% rispetto ai 33,7 miliardi del mese precedente. superbonus 110 comunicazione enea dati giugno-2

Gli investimenti conclusi sono arrivati quasi a 25 miliardi (24,9). L’investimento medio per i condomini è stato di 572mila e 396 euro. Per gli edifici unifamiliari invece si ferma a poco meno di 112mila euro. Già nel mese di maggio avevamo appurato che i soldi del Superbonus stanziati dal governo erano terminati.

Buco nero Superbonus, la bocciatura della Corte dei conti: "Incentivo distorsivo"

La battaglia politica sul Superbonus

Dopo la fiducia incassata sul decreto aiuti, con un allargamento delle cessioni dei crediti rimasti incagliati, l'attenzione si sposta ora sulla responsabilità del cessionario, ovvero di chi si vede ceduto il credito ed è oggi tenuto ad un attento controllo anti-truffe. Partito Democratico, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia hanno proposto nuove norme per “alleggerire” il peso di verifica che ricade su chi accetta la cessione, quindi banche e assicurazioni. Ma tutte le proposte sono state bocciate, per non aver superato la tagliola della ammissibilità. 

Continua su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fondi sono finiti, ma la corsa al Superbonus non si ferma: a giugno spesa record

Today è in caricamento