Martedì, 11 Maggio 2021
Strade diverse nelle regioni

I supermercati aperti a Pasqua e Pasquetta in zona rossa

Tutte le regioni sono nell'area di rischio coronavirus elevata dal 3 al 5 aprile. Secondo le disposizioni del governo, i negozi di generi alimentari possono stare aperti, ma le grandi catene di supermercati hanno scelto strade diverse e le aperture per i due giorni festivi non sono uniformi

Foto Ansa

Tutte le regioni italiane sono in zona rossa il 3, 4 e 5 aprile per il lockdown di Pasqua: è una delle misure di contenimento dell'epidemia introdotte dal governo Draghi per arginare la diffusione del contagio e cercare di limitare gli spostamenti e gli assembramenti nei giorni delle festività. I decreti del governo prevedono una serie di limitazioni, ma le attività legate alla vendita di generi alimentari sono tra quelle considerate essenziali e quindi possono rimanere aperte anche a Pasqua e Pasquetta.

I sindacati sono molto critici. Le sigle Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno chiesto attenzione per le condizioni dei lavoratori del settore. "Sarebbe auspicabile che per le prossime festività si prevedesse la chiusura anche dei supermercati: in piena zona rossa, con tutte le altre attività chiuse, è davvero utile e indispensabile mantenere aperti i supermercati?", chiedono i sindacati. In Sicilia è stato proclamato uno sciopero di due giorni: gli addetti incroceranno le braccia per l'intero turno di lavoro del 4 e 5 aprile.

I supermercati aperti a Pasqua e Pasquetta

Le varie catene di supermercati, tuttavia, hanno scelto strade diverse e le aperture per i due giorni di Pasqua e Pasquetta non sono uniformi a livello nazionale. Il giorno di Pasqua (domenica 4 aprile) molti supermercati saranno chiusi o faranno orario ridotto. A Pasquetta è prevista qualche apertura in più. Alcune regioni poi hanno adottato provvedimenti ad hoc: ad esempio in Piemonte i supermercati saranno chiusi a Pasqua dalle ore 13 mentre non apriranno del tutto il giorno di Pasquetta. Ogni catena si è mossa con scelte diverse.

Esselunga, Pam, Coop, Conad: supermercati aperti o chiusi?

Tutti i supermercati di Esselunga saranno chiusi il giorno di Pasqua, mentre saranno aperti lunedì 5 aprile con orario ridotto, dalle 8 alle 14. La catena di supermercati Pam ha scelto di chiudere la domenica e rimanere aperta il lunedì. I supermercati Coop hanno deciso di rimanere prevalentementi chiusi, ma ci sono casi particolari in alcune regioni. In Liguria a Pasqua sono aperti i super (non gli iper), a Roma saranno aperti a Pasquetta con orario ridotto (la maggior parte dalle 8.30 alle 13), mentre le Coop di tutte le altre regioni e città saranno chiuse entrambi i giorni.

Conad, invece, non ha dato indicazioni fisse tramite il Consorzio nazionale. Ogni socio imprenditore può decidere in autonomia gli orari di apertura dei punti vendita. L'orientamento di massima sembra quello di aprire lunedì 5 aprile, con poche aperture la domenica di Pasqua. La catena Lidl ha scelto di chiudere a Pasqua e aprire a Pasquetta, perlopiù dalle 9 alle 13. Unes ha deciso per la chiusura generale domenica, mentre a Pasquetta le aperture potrebbero subire variazioni di orario da negozio a negozio.

Zone rosse e arancioni, le regole in vigore fino al 30 aprile

Il lockdown di Pasqua e le regole per il 3, 4 e 5 aprile

Dal 3 al 5 aprile scatta la zona rossa in tutta Italia. Il lockdown sarà simile a quello di Natale, anche nelle deroghe: si avrà la possibilità di visitare amici e parenti (massimo due adulti ed eventuali minori di 14 anni) all'interno della regione e anche in zona rossa, cosa che è stata vietata fino a ieri. Le regole consentono un pranzo con i familiari e con gli amici sia a Pasqua che a Pasquetta, mentre vietano la tradizionale gita fuori porta nei parchi o sui litorali. Ecco quindi le regole valide per sabato, domenica e lunedì:

  • spostamenti: il coprifuoco con il divieto di spostamento è in vigore tra le 5 e le 22 salvo motivi di necessità, salute o lavoro con autocertificazione; è vietato spostarsi da una regione all'altra a meno di avere motivi di lavoro, salute, urgenza;
  • ci si può spostare tra regioni se ci si reca in una seconda casa, ma solo se le ordinanze regionali non lo impediscono;
  • il pranzo di Pasqua e Pasquetta 2021 sarà possibile con parenti e amici; da sabato 3 a lunedì 5 sarà possibile recarsi in casa d'altri accompagnati da minori under 14 ed eventuali disabili; si consiglia di non superare il limite di sei persone e di indossare le mascherine se si sta tra non conviventi;
  • è possibile andare all'estero ma solo nei paesi indicati dal Dpcm 2 marzo; gli spostamenti per raggiungere gli aeroporti sono autorizzati anche nelle zone rosse; è necessario il test per il coronavirus e una quarantena di cinque giorni al ritorno;
  • si può andare nelle seconde case tranne che in Campania, Puglia, Liguria e Toscana, Piemonte, Valle d’Aosta; per entrare in Sardegna e in Sicilia è necessario un test del tampone negativo due giorni prima o un certificato di vaccinazione;  
  • è consentita l'attività sportiva e motoria nei pressi della propria abitazione; si può fare attività sportiva individuale all'aperto. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I supermercati aperti a Pasqua e Pasquetta in zona rossa

Today è in caricamento