Non solo la Tap, c'è un altro super gasdotto che approderà in Italia

Parte da Israele, attraversa il Mediterraneo passando per Cipro e Grecia, per riemergere poi sulle coste italiane. Il progetto da sei miliardi di Euro è stato siglato a Tel Aviv e vede una ditta italiana in prima fila

Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda a Tel Aviv ha firmato il progetto dell'Est Med Pipline con i ministri di Israele, Cipro e Grecia (Tel Aviv, 3 Aprile 2017)

TEL AVIV - Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda lunedì ha firmato con i ministri dell'energia di Grecia, Cipro e Israele un accordo per la costruzione di un nuovo gasdotto che attraverso oltre duemila chilometri di condotte sottomarine potrà collegare i giacimenti di gas al largo di Israele con l'Europa trasformando il Mediterraneo orientale in un hub energetico regionale.

Una volta terminato "Est Med Pipeline" sarà il gasdotto sottomarino più lungo e più profondo del mondo ed entro il 2025 dovrebbe trasportare 16 miliardi di metri cubi di gas naturale all'anno. A curare lo studio di fattibilità co-finanziato dall'Unione Europea è proprio una ditta italiana, la IGI Poseidon, una joint venture 50-50 della società energetica italiana Edison e il gruppo greco DEPA.

Un progetto molto ambizioso come ha spiegato il ministro israeliano Yuval Steinitz che ha ricordato inoltre come le banche di investimento statunitensi Goldman Sachs e JP Morgan sono pronte ad investire sul progetto da 6 miliardi di Euro. Con questa mossa vedrebbe Tel Aviv sostituirsi a Mosca come fondamentale partner energetico dell'Europa che attualmente riceve il suo gas principalmente dalla Russia e dai giacimenti del Mare del Nord che si stanno rapidamente esaurendo.

"Sosteniamo con forza lo sviluppo della Regione - ha dichiarato il commissario europeo per l'energia Miguel Arias Cañete - sosteniamo con forza il progetto" riconoscendo al tempo stesso che la Commissione europea non può ancora prendere impegni precisi. Il Ministro italiano per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda ha detto che il progetto Est Med è un progetto prioritario per l'Italia che lavora per eliminare gradualmente il carbone e costruire un approvvigionamento sicuro di gas naturale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul progetto pesano tuttavia pressioni politiche, non da ultimi i contrasti con la Turchia, ma anche l'espansionismo israeliano ai danni dei palestinesi, motivi di confronto con gli inviati della Ue. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lele Mora senza filtri: "Alberto Matano e il suo amico speciale. Garko? Fui io a fargli vincere concorsi, poi lo portai da Tarallo"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di giovedì 22 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Il Dpcm 25 ottobre chiude l'Italia alle 18 ma...

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di oggi sabato 24 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento