Domenica, 25 Luglio 2021
Economia

Saldo Iva e invio Certificazione Unica: le scadenze fiscali di marzo

Si inizia il 7 marzo con l'invio della Certificazione Unica 2018, fino al 26 marzo, in cui scadono gli elenchi Intrastat mensili: ecco le date da segnare sul calendario

Foto di repertorio

Il Fisco non riposa mai, così anche il mese di marzo è ricco di scadenze fiscali: ecco le date da segnare sul calendario per non dimenticare le operazioni e i pagamenti da effettuare entro marzo 2018.

Certificazione Unica 2018: 7 marzo

Entro il 7 marzo 2018 i contribuenti dovranno inviare per via telematica la Certificazione Unica 2018 per le retribuzioni erogate nel 2017 a favore di lavoratori dipendenti. Per quanto riguarda le Certificazioni Uniche per redditi che non rientrano nella compilazione della precompilata, l'ultima data utile per la trasmissione sarà il 31 ottobre 2018. Il  modello sintetico al soggetto intestatario dovrà invece essere consegnato entro il 3 aprile 2018

Iva 2018: 16 marzo

Il 16 marzo 2018 è invece l'ultima data utile per il versamento del saldo Iva emerso dalla dichiarazione annuale. Si potrà pagare sia in un'unica soluzione che a rate, fino ad un massimo di nove, di cui l'ultima dovrà essere pagata entro e non oltre il 16 novembre 2018. Per chi scegliesse la rateizzazione, saldo Iva 2018 prevede una maggiorazione crescente dell’imposta a debito dello 0,33% al mese per ogni rata successiva alla prima.

Dichiarazione Iva 2018: quali sono i contribuenti esentati

Esiste per i contribuenti anche la possibilità di differire il versamento Iva in concomitanza con la data di scadenza per il pagamento delle imposte sui redditi, ovvero al 30 giugno 2018. Per chi scegliesse questa opzione, l'importo sarà maggiorato dello 0,40% per ogni mese o frazione di esso successivo alla scadenza del saldo Iva del 16 marzo 2018.

Fisco online: tutto quello che si può fare da casa

Adempimenti periodici Iva, Irpef e Inps: 16 marzo

Il 16 merzo è anche l'ultimo giorno utile per le scadenze fiscali relative a Irpef e adempimenti Inps con versamento delle ritenute alla fonte e dei contributi Inps relativi al mese di febbraio 2018.

l versamento Irpef riguarda le ritenute alla fonte operate su:

  • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente. Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali;
  • redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il codice tributo da utilizzare in questo caso è 1040 con periodo di competenza 02/2018.

Redditi 2018, sul sito dell'Agenzia delle Entrate i nuovi modelli dichiarativi

Elenchi Intrastat mensili: 26 marzo

L'ultima data da ricordare è il 26 marzo, giornata in cui scade il modello Intrastat per i contribuenti che effettuano operazioni di cessioni e prestazioni di servizi intracomunitari. Tale scadenza riguarda coloro che hanno effettuato operazioni per un importo superiore a 50.000 euro a trimestre.

Per maggiori informazioni è possibile consultare sul sito dell'Agenzia delle Entrate, la sezione dedicata alle scadenze fiscali di marzo 2018.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldo Iva e invio Certificazione Unica: le scadenze fiscali di marzo

Today è in caricamento